BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Pregiato e ricercato, al mercato il momento del radicchio rosso tardivo

È il radicchio rosso tardivo di Treviso il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Ancora più pregiato del radicchio rosso precoce, è caratterizzato da un gradevole sapore leggermente amaro.

È il radicchio rosso tardivo di Treviso il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Ortaggio del momento, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia si può trovare a un buon rapporto qualità/prezzo.

Re dei radicchi, è uno dei primi a fregiarsi del marchio IGP, cioè “Indicazione geografica protetta”. L’area di produzione, trasformazione e confezionamento di questo prodotto è collocata nell’area pianeggiante del Veneto centrale, nelle campagne di 24 comuni, 17 in provincia di Treviso, 5 in provincia di Venezia e 2 in quella di Padova. Una zona caratterizzata da estati calde e inverni piuttosto rigidi che incidono profondamente nel ciclo vitale della pianta.

Di color rosso vinoso intenso, è ancora più pregiato del radicchio rosso precoce per la complessità del processo di produzione. Secondo la tradizionale tecnica di forzatura e imbianchimento, i mazzi, dopo la raccolta, che normalmente avviene a partire dai primi di novembre, vengono posti in vasche riempite con acqua corrente di risorgiva. Dopo circa quindici giorni, cioè una volta ottenuti i nuovi germogli, si procede con la fase di toelettatura, lavaggio e confezionamento.

Dotato di buone proprietà benefiche per la salute dell’organismo, svolge funzioni depurative, diuretiche e, grazie all’elevato contenuto di acqua e fibre, favorisce la digestione e il buon funzionamento dell’intestino. Caratterizzato da un basso apporto calorico, dà senso di sazietà e per questo viene molto indicato anche per le diete e regimi alimentari controllati. Inoltre, è significativo il contenuto di calcio e ferro, che rafforzano le ossa, ma anche di potassio, fosforo e vitamina C.

Sono presenti anche preziose proprietà antiossidanti, che contribuiscono a prevenire le malattie dell’invecchiamento. Come tutte le verdure rosse, infine, ha proprietà antinfiammatorie, antiallergiche, antivirali e che concorrono alla prevenzione delle malattie cardiovascolari, mantenendo la salute dei vasi sanguigni.

Ingrediente versatile e dal gradevole sapore dolcemente amaro, in cucina può essere abbinato e accompagnato da qualsiasi pietanza. Si può consumare crudo, in insalata, ma è anche un’ottima base per i primi piatti (pastasciutta, vellutate e risotto), per la farcitura di ripieni per carni bianche o rosse, fritto, ai ferri e stufato.

In ambito extraculinario, in cosmesi, il suo succo viene adoperato per produrre preparati per la pelle irritata, per il cuoio capelluto e per i capelli.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, si nota che è poco incisiva la domande delle arance: i consumi al dettaglio sembrano non decollare e conseguentemente gli approvvigionamenti in mercato rimangono fermi. Le quotazioni del prodotto nella massa paiono addirittura in diminuzione, naturale conseguenza dello stallo della richiesta di prodotto.

Intanto, migliorano le condizioni commerciali per la compravendita delle clementine: la disponibilità di prodotto è in lieve diminuzione, ad oggi non tutte le referenze garantiscono un livello qualitativo eccellente e questo determina una forbice di prezzo ampia a seconda della qualità delle differenti partite offerte.

Proseguendo nel reparto degli agrumi, è in netto ed evidente miglioramento la qualità dei mandarini, per i quali soprattutto la varietà “tardiva” rispetto alla più precoce varietà “avana”, evidenzia al massimo le innate peculiarità della specie. Pur di fronte ad un eccellente prodotto, è da annotare che troppe volte, soprattutto agli occhi dei consumatori più giovani, l’handicap di trovare il seme all’interno degli spicchi penalizza eccessivamente il consumo della specie.

Voltando pagina, infine, come ogni anno, il periodo post-feste pare risultare deleterio per il commercio delle fragole: i mercati risultano sovraccarichi di prodotto, i consumi calano drasticamente e nemmeno quotazioni al limite del ridicolo riescono a stimolarne la richiesta.

Tra gli ortaggi, infine, vale la pena di soffermare l’attenzione sui carciofi, disponibili a un buon rapporto tra qualità e prezzo. Per concludere, dopo le avvisaglie della scorsa settimana, aumentano nuovamente le quotazioni del peperoni, senza distinzione tra provenienze e colore, mentre è stabile il rapporto tra domanda e offerta degli altri generi orticoli.

La ricetta della settimana

a cura delle AmicheSciroppate

Spaghetti al trevisano tardivo e gamberi

Ingredienti per 2 persone

1 cespo di radicchio tardivo

10 code di gambero

180 g. di spaghetti

2 cucchiai di panna da cucina

2 cucchiai di pan grattato

sale q.b.

olio evo q.b.

Ai fornelli

Tagliate a striscioline il radicchio tardivo e fatelo saltare in  una casseruola, abbastanza grande da poter contenere la pasta, con un filo di olio d’oliva.

Salate e aggiungete la panna , amalgamatela alla verdura, spegnete il fuoco.

Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata.

Saltata le code di gambero con un filo d’olio, appena saranno rosolati aggiungete il pangrattato, che si amalgamerà al pesce.

Tenete da parte 1 mestolo d’acqua di cottura della pasta.

Trasferite gli spaghetti, scolati, nella casseruola con il radicchio e mantecateli aggiungendo l’acqua fino ad ottenere un’unione perfetta pasta-cremina.

Componete il piatto posizionando i gamberi sopra la pasta.

Anche oggi un buon appetito con i meravigliosi prodotti, che da nord a sud l’Italia ci offre, è anche per questo che la amiamo.
pasta radicchio rosso tardivo
pasta radicchio rosso tardivo
pasta radicchio rosso tardivo
pasta radicchio rosso tardivo
pasta radicchio rosso tardivo
pasta radicchio rosso tardivo
pasta radicchio rosso tardivo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.