BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il ministro Martina: “Doveroso colmare il vuoto sulle unioni civili”

Il ministro bergamasco Maurizio Martina ha deciso di metterci la faccia sostenendo con forza la legge: “Siamo tra i pochissimi paesi in Europa a non avere ancora una legge sulle unioni civili".

Più informazioni su

Si fa sempre più acceso il dibattito, all’interno del Partito democratico, in merito alla legge che regolamenta le unioni civili. Giovedì è esploso un vero e proprio scontro tra l’anima cattolica del centrosinistra, contraria al disegno di legge, e quella liberal che invece non vorrebbe toccare il testo presentato dalla senatrice Monica Cirinnà.

Il nodo cruciale è l’articolo che riguarda la “stepchild adoption”, cioè l’istituto per il quale una delle due persone può adottare il figlio naturale dell’altra, come avviene per i coniugi. Il governo vorrebbe portare in aula il testo così com’è, discutendo in aula eventuali modifiche e lasciando poi libertà di coscienza ai parlamentari. Il confronto continuerà nei prossimi giorni.

Nel frattempo il ministro bergamasco Maurizio Martina ha deciso di metterci la faccia sostenendo con forza la legge: “Siamo tra i pochissimi paesi in Europa a non avere ancora una legge sulle unioni civili – spiega -. È sacrosanto avere opinioni diverse e rispettare tutte le sensibilità su questo tema, ma rimane doveroso colmare ora questo vuoto inaccettabile. La società e i cittadini poi sono più avanti di certe rappresentazioni. Il testo Cirinnà al Senato è frutto di un paziente impegno a far convergere sensibilità diverse su scelte equilibrate, in grado di estendere diritti e responsabilità, nel solco delle principali legislazioni europee. Sarebbe un grave errore ricominciare tutto daccapo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.