BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Videosorveglianza tra Dalmine e Zingonia, i Comuni studiano il sistema “Thor”

Il progetto della videosorveglianza in Val Seriana piace anche ai sindaci tra Dalmine e Zingonia che lo vorrebbero "copiare" per avere maggiore sicurezza nei propri territori in seguito ai recenti fatti di cronaca.

Più informazioni su

Il sistema di videosorveglianza “Thor” della Valle Seriana potrebbe essere adottato dai comuni di Zingonia (Verdellino, Verdello, Ciserano, Boltiere, Osio Sotto), insieme a quelli di Dalmine e Levate.

“Thor” aveva ricevuto l’ok dei 30 Comuni della Comunità Montana nei primi giorni di marzo dello scorso anno e, dopo le installazioni di ottobre, è pronto ad entrare in funzione a pieno regime entro il gennaio 2016: si tratta di un innovativo sistema che “blinda” il territorio della Val Seriana, con telecamere poste a tutti i varchi per registrare targhe e immagini dei mezzi in transito, con la possibilità di risalire individuare immediatamente veicoli sospetti o rubati.

Un progetto probabilmente unico nel panorama nazionale e al quale vorrebbero fare ricorso anche i comuni tra Dalmine e Ciserano, con un particolare focus sull’area di Zingonia: gli ultimi fatti di cronaca, dalla sparatoria a Levate, al regolamento di conti di Dalmine fino all’omicidio a colpi di machete di Mohammed El Khouman a Zingonia hanno indotti i sindaci a cercare soluzioni concrete alla richiesta di maggiore sicurezza.

Mercoledì sera a Dalmine, alle 18.30 in municipio, si discuterà della fattibilità e della reale possibilità di installare questo grande occhio elettronico in una zona che, per conformazione, rende difficile la replica di quanto realizzato in Val Seriana: i primi dubbi sono stati già avanzati dal sindaco di Ciserano Enea Bagini che, pronto in ogni caso a discutere seriamente del progetto, proporrà il potenziamento della stazione dei carabinieri di Zingonia.

Durante l’incontro verrà probabilmente approfondito anche il tema di una eventuale unione tra i corpi di polizia locale, emerso già in un incontro con il prefetto negli ultimi mesi dello scorso anno, per garantire un maggiore numero di agenti e turni di servizio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.