BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Suisio, fuga in scooter dai carabinieri: condannati ed espulsi due spacciatori

I due, di origine marocchina, di 28 e 36 anni, protagonisti di una rocambolesca fuga nella mattinata di lunedì 11 gennaio

Sono fuggiti all’alt dei carabinieri, hanno rischiato di travolgere i clienti di un mercato e alla fine hanno fatto cadere un carabiniere.

Sono stati condannati ed espulsi dall’Italia i due spacciatori, di origine marocchina, di 28 e 36 anni, protagonisti di una rocambolesca fuga nella mattinata di lunedì 11 gennaio.

L’inseguimento ha avuto inizio nel centro di Suisio, dove i due malviventi, a bordo di uno scooter, sono fuggiti all’alt dei carabinieri, fermi per un posto di blocco.

I due sono quindi scappati fino a Medolago, dove hanno cercato di seminare i militari entrando, sempre con il motorino, nel mercato cittadino.

Un passaggio tortuoso tra le bancarelle, schivando le signore che stavano facendo la spesa.

Ma i carabinieri non li hanno mollati, e li hanno scovati di nuovo una volta usciti dalle bancarelle.

E’così proseguito l’inseguimento, fino a un parcheggio di Medolago dove i militari sono riusciti a bloccare i due fuggitivi.

Un carabiniere è anche rimasto ferito, con una prognosi di 7 giorni.

Nel corso della perquisizione, all’interno del cruscotto dello scooter è stato rinvenuto un sacchetto contenente 5,3 grammi di cocaina già divisa in dosi per la vendita.

I due sono stati così arrestati per resistenza e spaccio. Martedì mattina le sentenze in direttissima del giudice Ilaria Sanese: il 36enne, invalido e con vari precedenti, è stato condannato con rito abbreviato (sconto di un terzo della pena) a 2 anni e 4 mesi, il 28enne, incensurato, ha patteggiato un anno con sospensione della pena.

Per entrambi, che si sono avvalsi della facoltà di non rispondere, è scattata l’espulsione.