BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Muore a soli sei mesi: dona gli organi a tre bimbi

E' arrivato a Bergamo uno degli organi dello sfortunato bimbo di Taranto morto a soli sei mesi di vita.

Più informazioni su

E’ arrivato a Bergamo uno degli organi dello sfortunato bimbo di Taranto morto a soli sei mesi di vita.

Un prelievo multiorgano di cuore, fegato e intestino è stato eseguito per la prima volta nell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto sul bambino deceduto sabato 9 gennaio per un grave insufficienza respiratoria che lo affliggeva sin dalla nascita.

I genitori hanno subito acconsentito al prelievo dopo l’accertata morte cerebrale del loro bimbo. La notizia è riportata nell’edizione di Taranto del Nuovo Quotidiano di Puglia.

Il prelievo è stato eseguito da diverse equipe coordinate da Pasquale Massimilla, primario del reparto di Rianimazione dell’ospedale Santissima Annunziata.

Gli organi prelevati hanno preso le strade di Bologna, Padova e Bergamo e consentiranno di continuare a vivere ad altri tre bimbi.

«In pochissime ore – spiega l’Asl – sono giunti al SS Annunziata di Taranto, in aereo, atterrando presso l’aeroporto di Grottaglie, chirurghi da Bergamo, Bologna, Padova, i quali hanno potuto operare grazie al supporto medico, infermieristico e tecnico dei sanitari tarantini, diretti per l’occasione dal dottor Pasquale Massimilla, del reparto di Rianimazione del presidio centrale».

Il collegio specialistico era composto dai medici Fusillo, Montrone, Carbotti. Il cuore della piccola tarantina è andato a Bologna; il fegato a Padova; l’intestino a Bergamo, dove era presente l’unico «ricevente compatibile» a livello nazionale. Non è stato possibile espiantare pancreas e reni per mancanza di «donatori compatibili».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.