BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Denis ancora molto male, si salvano solo Toloi e Gomez

Il Tanque non regge il ritmo e sbaglia ogni movimento. Dietro è un disastro totale, dal quale si salva solo il difensore brasiliano

Più informazioni su

Sportiello 6: incolpevole in occasione dei gol subiti, si trova a raccogliere dal fondo del sacco due palloni senza essere mai stato chiamato in causa per il resto del match. E’ il calcio.

Bellini 5: un disastro. Laxalt se lo beve ogni volta che accelera, mentre Rincon quando affonda lo mette sempre in difficoltà. Non è un caso, infatti, che i due gol genoani arrivino proprio dalla sua parte (37′ st Monachello s.v.).

Toloi 6: il più positivo dietro, sempre attento e puntuale sia in marcatura, che negli anticipi.

Paletta 5.5: rientro con bocciatura per l’ex Milan che non sfigura affatto contro uno degli attaccanti più in forma d’Italia (e forse d’Europa), ma si fa trovare fuori posizione nelle due occasioni più importanti.

Brivio 5.5: sua gran parte della responsabilità sul gol di Dzemaili, che parte dalla sua zona e taglia al centro dell’area senza che il terzino ex Hellas lo segua.

Grassi 5: poche idee, confuse pure quelle. Mai uno spunto, mai un’accelerazione (25′ st Migliaccio 5.5: il suo ingresso in campo non si sente affatto).

Cigarini 5: senza de Roon torna davanti alla difesa, in cabina di regia, ma lo fa con pochissima fortuna. Tiene i ritmi sempre bassi e fa mancare le sue verticalizzazioni, di fatto spegnendo la squadra.

Kurtic 5.5: lo sloveno è uno dei pochi della mediana a provare davvero ad aiutare i tre davanti, ma i risultati non sono affatto soddisfacenti (38′ st Estigarribia s.v.).

D’Alessandro 5.5: si accende a sprazzi e non riesce mai a incidere per davvero. Non è Maxi Moralez, lo si sapeva, e deve avere il tempo per abituarsi alla “nuova vita” da titolare, ma per ora è ancora insufficiente.

Denis 5: male, malissimo anche il Tanque che sbaglia gran parte dei movimenti aiutando pochissimo il resto dei compagni, che non sanno mai dove giocare la palla in avanti.

Gomez 6: il Papu è uno dei pochi che ci prova, anche se pure per lui contro il Genoa non è stata giornata.

 

Reja 5: la domanda sorge spontanea: perché Bellini e non Conti? E poi: perché quei cambi tanto in ritardo con la squadra che non stava affatto girando? Dietro la lavagna, anche lui. Contro l’Inter servirà un’altra Atalanta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.