BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per l’ex sindaco Pezzoni arriva la seconda denuncia dei Salesiani

Seconda denuncia per Pezzoni da parte dei Salesiani. Intanto, per il Comune l'ex sindaco risulta ancora laureato.

Il Centro Salesiano Don Bosco di Treviglio di nuovo sul piede di guerra nei confronti dell’ex preside-sindaco Giuseppe Pezzoni per lo scandalo della falsa laurea che, come una doccia ghiacciata, è piovuto su Treviglio e sui trevigliesi.

Il celebre “scheletro nell’armadio” del falso titolo di studio, “conseguito” con il massimo dei voti con tanto di lode, ha visto la luce attraverso un post su Facebook redatto dallo stesso, allora, sindaco verso la fine di settembre, solo qualche giorno dopo la sua investitura ufficiale di candidato del centrodestra in occasione delle elezioni di quest’anno.

Da via Zanovello, sede del Centro Salesiano trevigliese, hanno dunque subito preso le distanze da Pezzoni, presentando subito una denuncia nei suoi confronti.

Da una nota ufficiale diramata in questi giorni dall’Istituto Salesiano, però, emerge che il 4 novembre scorso i legali dell’Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana hanno depositato un ulteriore atto di denuncia-querela per truffa aggravata, falsità materiale e ideologica in atto pubblico e abusivo esercizio della professione.

Uno step che si è reso necessario messo in atto dai Salesiani per la salvaguardia della propria immagine oltre che per prendere ancor di più le distanze da chi, dal 2001, avrebbe esercitato senza titoli l’attività di docente e, successivamente, dal 2009 quella di preside laico, il primo della storia del Centro Salesiano di Don Bosco.

Nel frattempo, sul sito ufficiale del Comune di Treviglio, nella sezione “Istruzione” del curriculum vitae di Pezzoni campeggia ancora la sua laurea in lettere, compresa tra l’abilitazione all’insegnamento A052 e la sua maturità classica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.