BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Springsteen e l’altra faccia del sogno americano: il libro di Portelli all’Edonè evento

Mercoledì 13 gennaio alle 21, all'Edoné di Bergamo, Alessandro Portelli presenta il suo ultimo libro"Badlands: Springsteen, l’America, il lavoro e i sogni”, pubblicato da Donzelli editore: a seguire il concerto "Back to the depression".

“Qualcuno nasce sotto una buona stella, qualcun altro se la procura in qualche modo”, cantava in “Darkness on the Edge of Town”. Storyteller d’altri tempi, Bruce Springsteen è senz’altro uno di quelli che la buona stella se l’è procurata.

Springsteen

Figlio di una casalinga e di un guidatore d’autobus, per oltre quarant’anni ha elevato a poesia storie di ordinaria quotidianità, guadagnadosi il titolo di “working-class hero” attento alle problematiche – e alle speranze – della sterminata provincia americana.

Mercoledì 13 gennaio alle 21, all’Edoné di Bergamo, Alessandro Portelli – esperto di storia orale, nonché professore di Letteratura angloamericana alla Sapienza di Roma – presenta il suo ultimo libro”Badlands: Springsteen, l’America, il lavoro e i sogni”, pubblicato da Donzelli editore.

Un libro che parla dell’America più celebrata dal cantautore del New Jersey: quella del lavoro. Un’America in cui la promessa della mobilità sociale e della realizzazione di sè è spesso frustrata e disattesa; dove la linea di confine tra riscatto e ricatto sociale si è fatta più misera e sottile.

L’America della gente comune: quella impegnata nelle fabbriche, nelle catene di montaggio e nelle officine; delle cameriere, degli addetti all’autolavaggio, dei cassieri e dei braccianti alle prese con esistenze di seconda mano, in attesa di terre promesse e giorni di gloria che, forse, non arriverranno mai. “Glory Days”, appunto.

Un viaggio nell’epica del quotidiano attraverso la musica e i testi di Springsteen. Una musica pregna di sudore, sostanza e sincerità, che ha sempre tenuto fede alla sua prerogativa: raccontare e misurare la distanza tra la realtà e il sogno americano. Un sogno forse tradito, ma non per questo dimenticato.

A moderare la serata, promossa da Acoma – rivista internazionale di studi nordamericani – Biblioteca “Di Vittorio” Cgil Bergamo e Libreria Palomar di Bergamo, ci saranno Paolo Barcella, docente a contratto di Storia dell’America del Nord all’Università di Bergamo e Bruno Cartosio, volto storico dell’ateneo bergamasco.

Segue il concerto “Back to the depression”: il declino industriale degli Stati Uniti, con Michele Dal Lago e Giusi Pesenti. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.