BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Arrivano 200 profughi a Romano”, il sindaco: “Se confermato, saremo contrari” foto

Il sindaco Sebastian Nicoli, esponente di centrosinistra, si era dichiarato contrario alla modalità di accoglienza senza un'adeguata comunicazione istituzionale. E anche ora manifesta tutti i suoi dubbi.

“Anno nuovo, vita vecchia. Gira voce che a sorpresa possano arrivare 200 immigrati”. Inizia così il post in cui un utente del gruppo pubblico “Città di Romano di Lombardia” annuncia l’arrivo di richiedenti asilo, ospitati in un hotel della zona. Sotto il post sono comparsi una serie di commenti, dai toni piuttosto accesi, contrari all’ipotesi che non è stata ancora confermata (abbiamo cercato conferme dalla prefettura, ma alle 20 di giovedì non è stato possibile averle, ndr).

La scorsa estate Comune di Romano di Lombardia è già stato al centro di una polemica scatenata dalla decisione della prefettura di ospitare alcuni migranti nelle palestre delle scuole superiori, tra cui appunto quella di Romano.

Il sindaco Sebastian Nicoli, esponente di centrosinistra, si era dichiarato contrario alla modalità di accoglienza senza un’adeguata comunicazione istituzionale. E anche ora manifesta tutti i suoi dubbi: “Se il prefetto confermerà questa cosa lunedì sera farò una comunicazione formale in cui ribadirò per l’ennesima volta la contrarietà dell’amministrazione a questa modalità di accoglienza. Mi sembra inconcepibile che, come sindaco, non sia informato dalla prefettura in tempi e modi adeguati di quello che avverrà sul territorio romanese. Occorre anche sottolineare che questa operazione, se confermata, vede una struttura alberghiera fare un contratto con la prefettura. Il comune non c’entra nulla! Anche perché come ho già detto in tutte le sedi possibili noi siamo a favore di un’accoglienza diffusa. Contrarissimi invece a questa forma di accoglienza che, tra l’altro, se fosse confermata, “taglia fuori” l’amministrazione comunale dal poter dire qualunque cosa visto che la prefettura s’interfaccia direttamente ed esclusivamente con una struttura alberghiera privata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.