BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pontoglio paese “a cultura occidentale”, il prefetto: “Cartelli da rimuovere” foto

Il prefetto di Brescia Valerio Valenti ha invitato il sindaco Alessandro Seghezzi a rimuovere i cartelli della discordia.

“Paese a cultura occidentale e di profonda tradizione cristiana. Chi non intende rispettare la cultura e le tradizioni locali è invitato ad andarsene”. Ricordate i tanto discussi cartelli posizionati dall’amministrazione comunale di Pontoglio?

Ora il prefetto di Brescia Valerio Valenti ha invitato il sindaco Alessandro Seghezzi a rimuoverli. La prefettura ha inviato una lettera all’amministrazione per evidenziare che la segnaletica non è conforme al codice della strada: sono di colore marrone, come quelli di carattere turistico, ma non danno nessuna indicazione sul territorio.

La Digos di Brescia ha invece segnalato la vicenda alla procura, che sta valutando eventuali reati penali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Kurt Erdam

    Era meglio mettere un cartello che dicesse che la depenalizzazione del falso in bilancio,legge fatta da un malgoverno che ha mandato in malora l’Italia,è stata fatta per gabbare i cittadini e mettere i loro soldi nelle tasche di pochi disonesti,altro che starnazzare perché ci sono banche che oggi ne approfittano.Era così anche prima e chi ha appoggiato e appoggia chi ha fatto queste leggi ne è complice ed è in malafede quando oggi citrulla in proposito perché al governo non ci sono più loro.Sul cartello bisogna anche mettere che rubare i soldi ai malati di epilessia per darli ai compagni di merende della BREBEMI non dovrebbe far parte delle nostre(VOSTRE)tradizioni.Ma ci sono ancora citrulli senza vergogna che montano la testa alla gente povera di intelletto.Invitiamo ad andarsene via quelli che hanno mandato in malora l’Italia.

  2. Scritto da il polemico

    la procura dovrebbe perdere tempo per dei cartelli,ma non fa nulla quando le banche cominciano a far sparire soldi creando buchi che poi devono ripianare i cittadini….sul cartello si invita chi non vuole rispettare la cultura o tradizioni ad andarsene,il prefetto al contrario vuole che chi non vuole rispettare le tradizioni locali,è benvenuto,e magari a creare problemi ai locali

  3. Scritto da Il Conte

    il solito cabaret di amministrazioni leghiste