BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tasse e incentivi fiscali: tutte le novità del 2016 fotogallery

Casa, bollette, fisco, lavoro e trasporti sono tra i capitoli principali della legge di stabilità 2016: ecco quali sono le principali novità che interessano direttamente il portafoglio degli italiani.

Dopo un lungo e difficile percorso parlamentare, la legge di stabilità 2016 è stata approvata dal Senato con 162 voti favorevoli e 125 contrari e per il nuovo anno mette in campo diverse novità in materia di tasse.

Casa, bollette, fisco, lavoro: sono tanti i punti toccati dal testo extralarge partorito dal Governo, tra agevolazioni e rincari, imposte che spariscono e costi per i cittadini.

La prima buona notizia per le tasche degli italiani è la mancata attivazione delle cosiddette clausole fiscali che, tra aumento dell’Iva e delle accise, avrebbero colpito chiunque indistintamente e avrebbero portato nelle casse italiane 16,8 miliardi di euro.

I provvedimenti più attesi erano quelli riguardanti la casa: come promesso dal Governo niente più Tasi, per proprietari e inquilini, sulle prime case che non rientrano tra gli edifici di lusso, così come le case date in comodato d’uso a un figlio o a un genitore purchè il proprietario non abbia anche altre abitazioni.

Gli sconti riguardano anche l’acquisto dell’abitazione principale, ora anche in leasing, agevolato per gli under 35 con un reddito al di sotto dei 55mila euro. Chi acquista da un privato e risulta già proprietario di un’altra abitazione ha tempo fino a un anno per vendere quest’ultima, evitando nel frattempo la scure del fisco. Per le giovani coppie under 35 ecco il bonus mobili, fino a 16mila e anche indipendentemente dalla ristrutturazione che continuerà ad avere agevolazioni del 50% e del 65% per l’efficientamento energetico.

Altro capitolo caldo è quello relativo alle bollette: una delle novità principali riguarda il pagamento del canone Rai che scende a 100 euro e si pagherà in cinque rate con la bolletta della luce, con esenzione per gli over 75 con reddito pari o inferiore a 8mila euro.

Il calo dei costi di approvvigionamento permetterà alle famiglie italiane di risparmiare in media circa 57 euro tra il costo del gas e quello dell’elettricità: dal primo gennaio il prezzo di luce e gas sono in diminuzione dell’1,2 e del 3,3% rispetto al 2015.

Brutte notizie nel settore dei trasporti con l’aumento dei biglietti per aerei e treni e dei pedaggi autostradali. Gli autovelox, infine, potranno essere utilizzati per verificare revisioni dei mezzi e Rc auto.

In chiaroscuro il versante lavoro: prorogati gli sgravi per le assunzioni a tempo indeterminato ma ridotti al 40%, con un tetto massimo di 3.250 euro e con validità biennale e non più triennale. Rifinanziata anche per il 2016 e in parte per il 2017 l’indennità di disoccupazione introdotta dal Jobs Act per i Co.Co.Co mentre tornano gli sgravi a sostegno di welfare di secondo livello e contrattazione aziendale di cui ne beneficeranno i dipendenti privati con reddito entro i 50mila euro.

Per gli imprenditori che decidono di investire in nuove apparecchiature gli ammortamenti arrivano al 140%.

Si allungano i tempi per la pensione, con i parametri che salgono di quattro mesi: soglia anagrafica a 66 anni e 7 mesi per gli uomini e 65 anni e 7 mesi per le donne.

Altre novità fiscali riguardano la no tax area per gli over 75, fissata a ottomila euro (7.750 per gli under 75), l’aumento del costo dei servizi bancari e postali (rispettivamente 18 e 9 euro), l’allungamento a due giorni del congedo per i neopapà e la conferma dei voucher babysitter per le mamme.

Il Governo non si è dimenticato della cultura, introducendo un bonus di 500 euro per chi compie i 18 anni nel corso del 2016: serviranno per entrare in musei, teatri, concerti e acquistare libri. Confermato il bonus fiscale una tantum per l’acquisto di nuovi strumenti musicali per gli studenti dei conservatori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.