BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta: Mak il nome nuovo, Grassi piace a mezza serie A foto

Potrebbe essere Robert Mak il sostituto di Maxi Moralez: 24 anni, slovacco, ala veloce e tecnica ma c'è da battere la concorrenza di alcuni club turchi. Nel frattempo i nerazzurri devono resistere agli assalti per Grassi.

E’ lo slovacco Robert Mak il nome nuovo nel mercato dell’Atalanta: il presidente Antonio Percassi e il direttore dell’area tecnica Giovanni Sartori sono sempre alla caccia del sostituto di Maxi Moralez, passato ai messicani del Leon, e le candidature avanzano di giorno in giorno.

Robert Mak

L’ultima pista è quella che porta in Grecia, al 24enne nazionale slovacco in forza al Paok Salonicco: un’ala destra tecnica e veloce, capace all’occorrenza di muoversi con disinvoltura anche sul lato opposto del campo. Caratteristiche che lo rendono adatto al 4-3-3 disegnato da Reja e simile all’altro obiettivo primario dei nerazzurri, lo svedese Larsson dell’Heerenveen.

Dopo aver mosso i primi passi nello Slovan Bratislava, Mak si è formato calcisticamente nell’Academy del Manchester City, prima di iniziare la sua avventura tra i professionisti al Norimberga: nel 2014 il passaggio al Paok Salonicco dove in questa stagione ha già disputato 28 partite, mettendo a segno 13 reti. Le sue performance migliori le ha finora messe in mostra in campo europeo: nel gruppo C di Europa League, dopo aver segnato sei reti nelle qualificazioni, è stato l’autore di tutti i gol della sua squadra, due al Borussia Dortmund e uno al Krasnodar.

Prestazioni che hanno fatto lievitare il costo del suo cartellino e che hanno attirato forti attenzioni da parte di tanti club, soprattutto turchi.

La sensazione è che Reja abbia chiesto alla società questo tipo di giocatore, per non dover stravolgere la fisionomia di una squadra che fino a qui sta girando quasi alla perfezione: restano però vive le piste che portano al già citato Larsson, a Sylla e Budimir, anche se queste ultime due sembrano poco praticabili nella finestra di mercato di gennaio.

Sul fronte entrate è tornato d’attualità anche il nome di Cristian Ledesma: l’ex Lazio dopo una breve e poco fortunata esperienza in Brasile si è svincolato dal Santos e punta a tornare in Italia, per stare più vicino alla famiglia. Su di lui è concreto l’interesse del Frosinone ma anche l’Atalanta potrebbe farci un pensierino nelle ultime ore di mercato per rinfoltire il centrocampo.

Centrocampo che ha visto l’esplosione di Alberto Grassi, il nuovo gioiellino prodotto da Zingonia: il classe ’95 ha trovato nel ruolo di mezz’ala accanto a De Roon la sua dimensione ideale e ha convinto tutti a suon di prestazioni, sfruttando al meglio l’occasione presentatasi alla seconda di campionato per sostituire lo squalificato Carmona.

Ora per lui rischia di scatenarsi una vera e propria asta con le big di Serie A che vorrebbero strapparlo al presidente Percassi già durante la sessione invernale del calciomercato per anticipare le concorrenti: difficile che l’Atalanta se ne privi prima di giugno ma il pressing di Napoli, Fiorentina e Milan si sta facendo insistente. Galliani ha provato ad assicurarsi una prelazione sul giocatore, forte dei buoni rapporti tra le società, Napoli e Fiorentina possono mettere sul piatto gente come El Kaddouri o Rebic. L’Atalanta, che ha già fatto cassa con Moralez, per ora resiste: se ne riparlerà a bocce ferme.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.