BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo con 86mila imprese è terza in Lombardia

Milano seconda in Italia con 293 mila imprese attive ma prima per addetti. Primi settori: commercio, costruzioni, attività immobiliari e manifatturiero. Tra le prime italiane per imprese Brescia e Bergamo. Cinquemila imprese in più a Milano e cresce Monza.

Con 293 mila sedi d’impresa attive (5,7% del totale nazionale), Milano si colloca al secondo posto nella classifica delle province italiane dopo Roma che è prima con circa 346 mila imprese (6,7%).

Milano è prima però per numero di addetti con 1,9 milioni contro gli 1,4 di Roma che è seconda. Terze sono Napoli per imprese (230 mila) e Torino per addetti (698 mila). Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati del registro delle imprese al terzo trimestre 2015 e 2014.

A Milano come cambiano le imprese in un anno. Tra il 2014 e il 2015, le imprese del capoluogo lombardo crescono (circa +5mila, +1,6%) così come gli addetti (+0,7%). Tra i settori che pesano di più a Milano, si trovano le attività commerciali (25%), le costruzioni (13,7%), le attività immobiliari (10,4%) e manifatturiere (10,1%), le attività professionali (8,3%) e i servizi di alloggio e ristorazione (6,3%).

Rispetto al 2014 crescono soprattutto il settore noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese (+7,1%), le imprese nella sanità (+4,8%), le attività finanziarie (+4,5%), l’alloggio e la ristorazione (+4,4%).

Rispetto all’Italia l’impresa milanese è specializzata principalmente nelle attività immobiliari (10,4% contro 4,8% italiano), nelle attività professionali, scientifiche e tecniche (8,3% del totale contro il 3,4% italiano) e nei servizi di informazione e comunicazione (4,7% contro 2,2% italiano).

Basso a Milano, invece, il peso dell’agricoltura, 1,2% delle imprese attive contro il 14,6%.

La Lombardia, con 816 mila imprese attive e circa 3,7 milioni di addetti, pesa il 16% del sistema imprenditoriale italiano e il 23% degli addetti.

Tra le province dopo Milano che è prima con 293 mila imprese e 1,9 milioni di addetti, vengono Brescia (con 108 mila imprese e 385 mila addetti) e Bergamo (con 86 mila imprese e 351 mila addetti) che si collocano anche nel panorama nazionale tra le prime 15 province italiane.

Tiene il sistema imprenditoriale, +0,2% le imprese e – 0,2% gli addetti. Nel 2015 registrano andamenti negativi tutte le province tranne Milano (+1,6% le imprese attive) e Monza e Brianza (+0,4%). I settori che hanno pesato di più nel 2015 sono stati il commercio (24% del totale), le costruzioni (16,8%) e le attività manifatturiere (12,1%), tra quelle che sono cresciute di più il noleggio e attività di servizi alle imprese (+6%).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.