BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Legambiente: cittadini fatevi sentire, appendete alle finestre un lenzuolo “No allo smog”

Pubblichiamo il comunicato di Legambiente Lombardia in merito all'emergenza smog che interessa tutto il Nord Italia.

Più informazioni su

Pubblichiamo il comunicato di Legambiente Lombardia in merito all’emergenza smog che interessa tutto il Nord Italia. L’amministrazione comunale di Milano ha deciso di bloccare il traffico, mentre a Bergamo si è optato per le targhe alterne che saranno in vigore martedì 29 e mercoledì 30 dicembre.

“Di fronte ad un Comune, quello di Milano, che prende provvedimenti seppur non risolutivi, la maggior parte delle amministrazioni della Città Metropolitana che fanno? Non firmano il Protocollo proposto dalla Città Metropolitana “Azioni per il miglioramento della qualità dell’aria e il contrasto all’inquinamento atmosferico locale” proposto dalla Città Metropolitana, nè adottano misure significative di contrasto allo smog.

Sono solo 13, infatti, i comuni della Città Metropolitana ad aver sottoscritto il protocollo, aggiornato a novembre scorso proprio in vista di una possibile emergenza. E gli altri 120, cosa aspettano? Eppure il protocollo indica la via per affrontare l’emergenza se il Pm10 supera per 10 gg consecutivi il valore limite. Per non parlare poi della latitanza di Regione Lombardia.

“Siamo felici di vedere la pronta reazione di Regione Lombardia a soli trentadue giorni consecutivi di inquinamento oltre i limiti! E’ così che si pensa di tutelare la salute dei cittadini? Certo si può sempre sperare che piova, prima o poi! – dichiarano da Legambiente -. La Regione dispone sia del potere di varare efficaci misure per far fronte all’emergenza che delle leve per operare interventi strutturali: sul versante della mobilità e del trasporto pubblico è la Regione che deve decidere se continuare a investire in nuove autostrade o piuttosto su un trasporto pubblico più efficiente e competitivo, essendo sia l’ente responsabile dei trasferimenti al TPL che il proprietario di Trenord. Per quanto riguarda il riscaldamento domestico, poi, rimpiangiamo l’epoca in cui Regione Lombardia ebbe il coraggio di mettere al bando l’olio combustibile: che aspetta a fare altrettanto con il gasolio da riscaldamento che inquina 25 volte più del metano?”

Secondo la presidente regionale di Legambiente Barbara Meggetto, la lotta allo smog dovrebbe marciare di pari passo con le misure per contrastare il cambiamento climatico, intraprendendo la strada indicata dall’accordo di Parigi “Milano ha voluto dare un segnale, criticabile e tardivo, ma si tratta comunque di una discesa in campo; buttarla in caciara, mentre i cittadini continuano a respirare aria insalubre, è un atto di grave irresponsabilità, e significa non cogliere un’opportunità per intraprendere un sentiero virtuoso di riduzione degli inquinamenti, mobilitando investimenti sempre più necessari e urgenti che produrrebbero sia benefici per la salute che di riduzione delle emissioni climalteranti”.

Solo prendendo coscienza della svolta epocale che stiamo vivendo si riusciranno a cambiare comportamenti e abitudini. Intanto sarebbe buona cosa che le amministrazioni comunali metropolitane sottoscrivessero il protocollo di contrasto all’inquinamento.

“Il silenzio delle amministrazioni dell’area metropolitana e ‘ imbarazzante ma peggio ancora è la povertà di idee e proposte per politiche sulla mobilità realmente sostenibile – dichiara Giulietta Pagliaccio, presidente di Fiab Onlus -. Anche i termini utilizzati per descrivere la situazione sono irritanti: si continua a parlare di emergenza ma questa è tutt’altro che una situazione emergenziale. Questa è la norma delle nostre città e o si prende atto che occorre togliere auto private dalle strade o siamo destinati a soccombere. Chiediamo coraggio e determinazione nell’attuare da subito politiche per la promozione del trasporto pubblico e della mobilità ciclistica. Senza se e senza ma. Di pannicelli caldi ne abbiamo pieni i polmoni.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.