BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bossetti visita il padre defunto scortato dagli agenti

Il carpentiere di Mapello si è recato all'hospice dell'ospedale Papa Giovanni XXIII a Bergamo dove il padre anagrafico è morto a Natale

Nella mattinata di domenica 27 dicembre Massimo Giuseppe Bossetti ha visitato il corpo del padre anagrafico Giovanni.

Il carpentiere di Mapello, in carcere come presunto omicida di Yara Gambirasio, scortato dalle guardie penitenziarie si è recato all’hospice dell’ospedale Papa Giovanni XXIII a Bergamo, dove l’anziano è morto a 73 anni alle 5 del giorno di Natale, dopo una lunga malattia.

Bossetti ha quindi ottenuto il permesso che aveva richiesto. Intorno alle 10 alcuni agenti in borghese hanno svolto un sopralluogo dove si trova la salma dell’uomo. Bossetti è arrivato un’ora dopo a bordo di un furgone della polizia del carcere ed è sceso accompagnato da sei agenti, tre davanti e tre dietro.

Nella struttura ha incontrato la mamma Ester, la sorella gemella Laura Letizia e il fratello Fabio. La visita è durata mezz’ora. E’ stato poi fatto uscire dal retro per evitare l’assalto dei fotografi.

Nel pomeriggio l’imputato incontrerà nel carcere di via Gleno la moglie Marita Comi e i tre figli.

Il carpentiere ha fatto richiesta al presidente della Corte d’Assise di Bergamo, Antonella Bertoja, di poter essere presente anche al funerale, in programma martedì 29 dicembre alle 10 nella parrocchia di San Vittore Martire a Terno d’Isola. La decisione è attesa nelle prossime ore.

A rilevare la reale paternità di Massimo Giuseppe, e di sua sorella gemella Laura Letizia, sono state le indagini svolte dagli inquirenti per il brutale omicidio della giovane ginnasta di Brembate.
Secondo le analisi del dna, il presunto omicida e la sorella sarebbero figli di Giuseppe Guerinoni, l’autista di Gorno morto nel 1999, con il quale Ester Arzuffi avrebbe avuto una relazione extraconiugale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.