BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Rissa coi giornalisti, parla il tifoso: “Ho sbagliato e mi scuso, ma sono stato provocato” video

Il sostenitore bergamasco, che ha chiesto di restare anonimo, dopo essersi visto - suo malgrado - protagonista del video pubblicato da Bergamonews lunedì 21 dicembre, ha scelto di scrivere la lettera che vi proponiamo in forma integrale

Più informazioni su

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del tifoso bergamasco che domenica, durante Atalanta-Napoli, è stato filmato durante una rissa verbale con due giornalisti partenopei, colpevoli, secondo il sostenitore nerazzurro (e secondo gran parte delle persone sedute in quella zona dello stadio), di aver esultato in modo esagerato e volutamente provocatorio dopo il gol del provvisorio 2-1 segnato da Higuain.

Atalanta-Napoli 1-3

Il tifoso bergamasco, che ha chiesto di restare anonimo, dopo essersi visto – suo malgrado – protagonista del video pubblicato da Bergamonews lunedì 21 dicembre, ha scelto di scrivere la lettera che vi proponiamo, in forma integrale, qui sotto.

 

Desidero chiarire lo svolgimento dei fatti perché non tutto quello che è stato riportato corrisponde a verità.

Al momento del secondo gol del Napoli, due giornalisti napoletani di un’emittente partenopea (un uomo e una donna) posizionati sopra l’ultima fila della Tribuna Laterale hanno iniziato ad esultare come si fa normalmente in curva, non in tribuna. Al momento non avevo colto questo aspetto (stavo guardando quello che accadeva in campo), ma molti tifosi atalantini seduti accanto a me hanno cominciato ad inveire contro di loro.

Allora mi sono alzato e questi due pseudo giornalisti continuavano nella loro esultanza strafottente. Mi sono avvicinato a loro apostrofandoli, come peraltro stavano facendo molti altri.

La donna mi ha assalito a parole avvicinando il viso verso di me, ed in quel momento ho messo un braccio davanti quasi come a volermela scostare di dosso.

A quel punto sono arrivati gli steward per cercare di calmare gli animi. Mi sono riseduto.

Poi mi sono rialzato e mi sono di nuovo diretto verso i due per voler chiarire l’accaduto, conscio che la situazione era inutilmente degenerata. Mi sono scambiato “un cinque” con la donna e ho preso il viso dell’uomo tra le mani (come a volergli fare un gesto d’affetto) dicendogli che sono proprio loro, col lavoro che fanno, che dovrebbero evitare di esagitare gli animi. A quel punto applausi e tutto apparentemente finito lì.

Poi sono arrivati gli agenti della Digos per chiarire l’accaduto e volevano che li seguissi. Almeno 50 persone della tribuna, a quel punto, hanno detto agli agenti che sarebbe stato giusto che anche i due giornalisti napoletani li seguissero. In quel momento, tenuto conto che gli stessi due giornalisti hanno detto agli agenti di non voler sporgere denuncia e che per loro l’episodio era terminato lì, mi hanno detto che tutto era chiarito e, stavolta davvero, è finita.

Un’ultima considerazione: non posso non ammettere che la mia reazione sia stata veemente e di questo mi scuso con i due giornalisti, con mio figlio che era accanto a me e ha cercato di calmarmi, e con tutti i tifosi della tribuna che peraltro hanno difeso il mio seppur scomposto comportamento, proprio perché provocato.

Però mi pare evidente che se i primi che dovrebbero dare l’esempio, ossia gli addetti ai lavori, tengono certi comportamenti, il rischio che episodi del genere possano succedere ogni domenica è alto.

Mi risulta peraltro che, in sala stampa, queste persone abbiano proseguito nel loro atteggiamento “fazioso” che non è passato inosservato a molti giornalisti bergamaschi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Groucho

    Bravo tifoso anonimo, hai dato un grande insegnamento a tuo figlio. Piccoli bocia crescono…..
    ps: non esiste che un tifoso avversario esulti a un gol. Non a bergamo.E non un napoletano.

  2. Scritto da il polemico

    csvolo,adesso in uno stadio si deve esultare differentemente da settore a settore…..