BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Bergamo commissione per il diritto d’asilo, Carnevali: “Grande soddisfazione”

La commissione è composta da un rappresentante della Prefettura, uno della Polizia di Stato, un membro dell'Anci e uno dell'Unhcr.

Più informazioni su

“E’ stato finalmente firmato il decreto che consente di aprire una sezione della commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale presso la Prefettura di Bergamo. Ho insistito molto, in un impegno condiviso con i colleghi Giuseppe Guerini, Pia Locatelli e Gregorio Fontana, componenti bergamaschi della commissione d’inchiesta sui centri d’accoglienza per i rifugiati”: è questo il commento della deputata PD Elena Carnevali, che esprime soddisfazione per il risultato raggiunto.
Con la firma del decreto sarà consentito alla Prefettura di Bergamo di poter avviare, a partire da gennaio 2016, una commissione di valutazione che permetterà di smaltire le liste d’attesa attuali. Nonostante l’impegno l’impegno precedente nel rafforzare le commissioni territoriali, i tempi d’attesa sono infatti a oggi oggettivamente molto lunghi.

“La nuova commissione consentirà ai richiedenti asilo di sapere in tempi più rapidi se hanno effettivamente diritto allo status di rifugiato o alla protezione sussidiaria – commenta Carnevali – e poter così cercare un lavoro o raggiungere un un altro paese europeo. Speriamo così di poter raggiungere le tempistiche standard degli altri paesi Ue, molto inferiori a quelle italiane. Ringrazio per la disponibilità il prefetto Francesca Ferrandino e il prefetto Angelo Trovato, presidente della commissione internazionale per il diritto d’asilo”.

La commissione è composta da un rappresentante della Prefettura, uno della Polizia di Stato, un membro dell’Anci (che ancora deve essere nominato) e uno dell’Unhcr (Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati). Una volta smaltite le liste d’attesa bergamasche, la commissione orobica potrà essere di supporto a quella milanese, a oggi oberata di lavoro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Il Conte

    E una commissione per il diritto dei nostri disoccupati di trovare un posto di lavoro, nonché dei nostri senza tetto di avere una casa?
    E chi pensa alle migliaia di posti lavoro persi dai dipendenti delle industrie bergamasche malgrado il fantastico jobs act? Per loro nessuna commissione per il diritto al lavoro?