BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tutta l’amarezza di Reja: “Sconfitta figlia degli episodi”

Il tecnico goriziano dopo il ko interno col Napoli: "Ci credevo, se non avessimo preso il gol del 2-1 avremmo provato a vincerla questa partita. De Roon? Certi errori non sono da lui"

Più informazioni su

“Stare qui a commentare una sconfitta figlia degli episodi è un vero peccato”. Nelle parole di Edy Reja dopo il fischio finale di Atalanta-Napoli c’è tutta l’amarezza per un ko che, forse, i nerazzurri potevano evitare.

“Eravamo in partita più del Napoli – ha commentato il tecnico goriziano -, se avessimo segnato noi non la avrebbero pareggiata, perché avremmo potuto fare lo stesso tipo di gioco, colpendo in contropiede. La partita cambia in base agli episodi, si aprono scenari completamente diversi. Sull’1-1 ci credevo ancora che si potesse fare qualcosa in più. E dopo il 2-1 di Higuain dovevamo concedere qualcosa in più al Napoli, scoprendoci e lasciando spazi ai nostri avversari. Certo, se Higuain fosse stato dalla nostra parte questa partita l’avremmo vinta sicuramente” chiude scherzando Reja.

“Sarri? Ho parlato soprattutto della partita ma lo conosco bene e mi piacciono questi personaggi che partono dalla gavetta e arrivano alle grandi squadre soffrendo e facendo sacrifici. Mi piacciono meno quelli che trovano le panchine in base al nome – ha commentato ancora Reja -. Sportiello? Ha avuto la febbre per due giorni e stamattina non si sentiva tranquillo e in forma, quindi ho preferito lasciarlo a riposo, vista l’importanza della partita”.

Sull’incredibile errore di de Roon: “L’ho vista anche io la mano e mi è sembrato strano perché non è il tipo che può fare certe cose – ha spiegato -. Ci parlerò in settimana. L’ho sostituito perché si toccava la coscia e aveva problemi ai flessori in settimana, ma non è infortunato. Credo si tratta solo di una leggera contrattura”.

Con Reja si è parlato anche dell’imminente riapertura del calciomercato: “Non credo ci saranno partenze a gennaio – ha risposto il tecnico -. Devo vedermi con la società per vedere come e cosa fare, potrei anche chiedere un nuovo giocatore. La rosa è adeguata, ma quando mancano 4-5 elementi come oggi non è facile. I punti in classifica? C’è rammarico perché io speravo di superare i 25 prima di Natale, e ce n’era la possibilità. Dovremo recuperare il terreno perso ultimamente: non potremo sbagliare le ultime due di andata”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.