BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I Babbo Natale della Cassa Rurale: doni ai bimbi e ai reparti di oncologia pediatrica

Trentesima edizione de i “Babbo Natale della Cassa Rurale” che domenica dalle 9.30 alle 12.30 ha contraddistinto le filiali della BCC Bergamasca e Orobica: i doni non ritirati consegnati ai reparti di oncologia pediatrica degli ospedali della zona.

Barba bianca e cappello rosso, sacchi pieni di doni utili e la risata cristallina che lo contraddistingue: i “Babbo Natale della Cassa Rurale” hanno accolto nelle filiali della BCC Bergamasca e Orobica i bimbi nati tra il 2007 e il 2011 e le loro famiglie per festeggiare ufficialmente l’arrivo del Natale.

A celebrare la 30esima edizione dell’iniziativa, dalle 9.30 alle 12.30 di domenica 20 dicembre, ci hanno pensato proprio i più piccoli ospiti delle filiali dell’Istituto di Credito distribuite nella provincia (Azzano San Paolo, Bergamo e Celadina, Borgo di Terzo, Comun Nuovo, Levate, Grassobbio, Pedrengo, Pognano, Scanzorosciate, Spirano, Stezzano,Torre Boldone e Zanica con l’aggiunta, dal 2015, di Cologno al Serio, Urgnano, Martinengo, Bariano, Morengo, Calcinate, Brusaporto, Trescore Balneario, Basella, Pagazzano e Bagnatica).

Nei giorni precedenti la Banca ha provveduto ad invitare oltre 9.000 bambini a scrivere una lettera o a fare un disegno da consegnare direttamente a Santa Claus per ricevere un regalo.

“Quest’anno – spiega Gualtiero Baresi, Vice Presidente della BCC – il successo è stato più che decuplicato grazie alla numerosa squadra dei Babbo Natale presenti nelle 25 filiali, 11 in più rispetto allo scorso anno. Siamo orgogliosi di poter essere al fianco non solo dei bambini, ma anche delle loro famiglie con iniziative come queste che interpretano lo spirito di comunione, socialità e i valori di mutualità e sostegno che ci definiscono da sempre”.

Ne è conferma la scelta di donare tutti i regali che non sono stati ritirati ai reparti di oncologia pediatrica degli ospedali della zona. “Queste iniziative – conclude il Presidente Giovanni Battista Fratelli – sono l’occasione per sottolineare la centralità che hanno per noi la famiglia, il territorio e la tradizione: valori che contraddistingueranno anche il nostro futuro”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.