BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Contro il Napoli servono l’Atalanta di Roma e un super Denis

All'Atleti Azzurri d'Italia arriva un Napoli in piena lotta scudetto e con il capocannoniere della Serie A: Reja si aspetta una prestazione simile a quella contro la Roma che renderebbe più facile l'impresa.

Più informazioni su

La domanda vera in questa prima metà di stagione è sempre la stessa: quale è la vera Atalanta? La squadra di Reja sta sorprendendo, si trova nei piani medio-alti della classifica e ben lontana dalla zona salvezza nella quale, sulla carta ai nastri di partenza, avrebbe dovuto ritrovarsi invischiata a questo punto del campionato.

Un cammino senza dubbio molto positivo, con qualche passaggio a vuoto che lascia pensare: l’ultimo in ordine di tempo a Verona contro il Chievo quando i nerazzurri sono apparsi tutta un’altra squadra rispetto a quella frizzante e compatta messa in piedi da Reja.

Ora all’Atleti Azzurri d’Italia arriva il Napoli di Sarri, una squadra che segna tantissimo e non rinuncia mai, nemmeno per un minuto, a un fenomeno chiamato Gonzalo Higuain: il centravanti argentino sta letteralmente dominando la scena in questa Serie A, guardando tutti dall’alto verso il basso nella classifica cannonieri e trascinando gli azzurri al secondo posto in classifica ma con intenzioni piuttosto bellicose. 

Napoli punta allo scudetto, Napoli vuole il tricolore: Sarri, dopo qualche difficoltà iniziale, ha sistemato una difesa che, nonostante qualche amnesia di Reina, non è più il colabrodo visto con Benitez ed è la seconda meno battuta del campionato insieme a quella della Juventus. Insigne, Callejon, Hamsik, un riscoperto Jorginho e il motorino Allan stanno girando a mille, tutti al servizio dell’argentino con la maglia numero 9.

Per arginare la capacità offensiva degli uomini di Sarri, Reja si affida alla coppia Paletta-Stendardo ma gran parte del lavoro peserà sulle spalle dei due esterni, Brivio a sinistra e uno tra Masiello e Bellini a destra: Cigarini torna in una mediana con più idee rispetto a quella con Kurtic, al fianco dell’immancabile De Roon e del giovane Grassi che ormai non fa più notizia.

E poi il tridente argentino: Maxi Moralez e il Papu Gomez avevano mandato al manicomio la difesa della Roma e Reja si aspetta, e si augura, che facciano altrettanto con quella del Napoli. Con loro ci sarà ancora Denis, giustiziere della sua ex squadra già nel febbraio 2014 con una doppietta nel 3-0 finale in favore dei bergamaschi. 

Contro il Napoli non sono ammesse distrazioni o cali di tensione: servirà l’Atalanta attenta e aggressiva vista all’Olimpico contro la Roma, pronta a recuperare il pallone nella trequarti avversaria e a colpire con i suoi tre piccoli tenori.

Reja, che vive sempre forti emozioni quando incrocia la sua strada con quella della squadra del patron De Laurentis, crede all’impresa, soprattutto di fronte al suo pubblico che accoglierà l’Atalanta con una coreografia lunga 90 minuti: per fare l’impresa serve anche l’aiuto della Curva Nord. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.