BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La Lega: “Stravolto il progetto su via Quarenghi, un passo indietro” fotogallery video

I consiglieri comunali della Lega Nord Alberto Ribolla e Luisa Pecce criticano la decisione dell'amministrazione Gori di rivedere il progetto di assegnazione degli alloggi del civico 33.

I consiglieri comunali della Lega Nord Alberto Ribolla e Luisa Pecce criticano la decisione dell’amministrazione Gori di rivedere il progetto di assegnazione degli alloggi del civico 33 di via Quarenghi, oggetto di una polemica a causa delle infiltrazioni di muffa che hanno reso inagibili 8 appartamenti su 24.

“Un lavoro, incominciato già all’epoca Bruni con il cosiddetto bilancio partecipativo e proseguito con determinazione insieme ai residenti durante l’amministrazione Tentorio, sta per naufragare.
Il progetto, nato intorno al recupero dello stabile al n. 33 di via Quarenghi, fulcro dell’idea di rilancio di una via fortemente compromessa dalla presenza di spaccio di droga, risse frequenti, microcriminalità, residenti stranieri non integrati, appare stravolto in seguito alle posizioni assunte dall’Amministrazione Gori e dalla società Bergamo Infrastrutture.

Per fortuna nello stabile restano gli uffici dell’Assessorato ai lavori pubblici, come voluto dalla precedente amministrazione per favorire una diversa movimentazione e frequentazione del quartiere. Ma del  progetto di inserimento, nei nuovi appartamenti a canone moderato, di assegnatari come padri separati, forze dell’ordine, insegnanti e studenti, che avrebbero garantito un vero mix sociale, sembra non ci sia più alcuna garanzia nel nuovo bando scritto con la collaborazione di “Casa Amica”.
Il progetto culturale poi, già assegnato ad una Associazione vincitrice di un bando in cui erano stati richiesti servizi di qualità per il quartiere e la città, sembra svanire nel nulla, in modo alquanto sospetto e “peloso” se non addirittura legalmente discutibile.

Più che i problemi di infiltrazioni in alcuni locali, la cui responsabilità è unicamente ascrivibile alla società costruttrice, e per i quali la società Bergamo Infrastrutture si è già tutelata con la vecchia gestione trattenendo la percentuale di legge, sembra ci sia la volontà politica a non proseguire il progetto di riqualificazione così come concepito originariamente. Ricordiamoci però che in tal modo verrebbero a decadere anche i requisiti che avevano portato al finanziamento di 800.000 euro ottenuto vincendo, con una proposta precisa e documentata, un bando Cariplo.

Attenzione a perseguire, solo per demagogia e per prevenuta avversione , un’idea di città controproducente per la convivenza nell’ambito del quartiere!

Per una singolare coincidenza il fallimento di un progetto fortemente voluto dai residenti coinciderebbe con il riconoscimento di benemerenza civica dato oggi alla  memoria di Giulia Martinelli che ha lavorato in maniera propositiva con tutte le parti politiche e sociali per il raggiungimento di un sogno di riscatto per la sua via Quarenghi.

Luisa Pecce, Consigliere comunale Lega Nord

Alberto Ribolla, Capogruppo consiliare Lega Nord

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.