BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brescia, bomba davanti alla scuola di polizia: danni, nessun ferito

Attentato alla Polgai di Brescia con un ordigno rudimentale lasciato sulla vetrata d’ingresso della scuola che forma agenti. Le telecamere avrebbero ripreso un giovane a volto coperto.

Un ordigno rudimentale è esploso davanti alla sede di Polgai di Brescia, la scuola di Polizia, alle 4.30 di venerdì 18 dicembre.

L’esplosione in via Veneto e dintorni si è sentita distintamente. Secondo le prime informazioni, pare che l’ordigno sia stato creato utilizzando una pentola a pressione. L’esplosione ha danneggiato alcune auto parcheggiate sul lato opposto di via Veneto, mentre le vetrata blindata della sede della scuola di polizia ha retto il colpo.

Sul posto sono giunti immediatamente i Vigili del Fuoco. La Digos di Brescia che sta conducendo le indagini per stabilire la matrice dell’attentato. Fortunatamente non c’è stato nessun ferito. Nessuna rivendicazione al momento è stata avanzata per quello che sembra più un atto intimidatorio.

Gli agenti della Digos stanno visionando le riprese delle videocamere che avrebbero immortalato un uomo dal volto coperto, apparentemente giovane ed atletico, che deponeva l’ordigno.

La Polgai si trova a Brescia all’interno di un grande complesso con 270 posti letto, aule studio e aree polifunzionali tra cui un poligono di tiro di 50 metri e sale per la simulazione delle tecniche investigative.

LA CONDANNA DI ROBERTO MARONI

“Esprimo totale condanna per l’attentato di questa notte e massima solidarietà alla Polizia di Stato, alla Questura di Brescia e a tutti gli uomini e donne in divisa, che, quotidianamente, si impegnano per la tutela della nostra sicurezza e la difesa della nostra democrazia”.

Lo fa dice il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, in relazione all’attentato della scorsa notte, a Brescia, dove un ordigno e’ stato fatto esplodere davanti la sede della scuola
della Polizia di Stato (Polgai).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.