BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Svolta ex Molini Moretti: area venduta, negozi e servizi al posto del degrado

Una cordata immobiliare acquista l'area degli ex Molini Moretti: dopo l'abbattimento dei capannoni verranno realizzate strutture commerciali di medie dimensioni e l'area verrà riqualificata anche da punto di vista viabilistico.

Svolta a tinte bergamasche per l’area degli ex Molini Moretti, da anni al centro del dibattito, politico e non, per il degrado accompagnato dalla sensazione di insicurezza dei residenti di Campagnola: la società immobiliare che fa capo agli imprenditori Francesco Manzi ed Enrico Lumina, la Agatonisi, ha acquistato all’asta i capannoni di proprietà della Tecnovering srl, società in concordato preventivo, per una cifra che si aggira attorno ai due milioni di euro.

Una notizia, quella della prossima riqualificazione, ottima sia per Palazzo Frizzoni che per i residenti del quartiere: da anni l’area, di 11.700 metri quadrati, era diventata rifugio di senzatetto e zingari, con conseguente preoccupazione degli abitanti, e più volte gli agenti della Polizia Locale sono dovuti intervenire per sgomberarla.

Sgomberi che sono serviti a poco, se non a un momentaneo “ripristino” dell’area: l’ex area industriale ha sempre rappresentato un riparo di fortuna, occupato abusivamente con bivacchi tra immondizia e ratti.

La cordata immobiliare bergamasca ora è intenzionata a prendere in mano la situazione, abbattere il complesso esistente e realizzare nuovi edifici destinati al commercio di media dimensione e a servizi. Ma non solo: il progetto contempla anche la realizzazione di una nuova piazza pubblica, la risoluzione del problema viabilistico in corrispondenza del sagrato della chiesa e del ponte vecchio sul Morla e un collegamento ciclopedale, forse un sovrappasso, con il quartiere della Malpensata.

Già con l’abbattimento dei capannoni la questione della sicurezza dovrebbe trovare una svolta, poi definitiva con la rivitalizzazione dell’area tramite l’inserimento di attività commerciali.

 

La società Agatonisi è la stessa che ha in carico la trasformazione del piazzale della Celadina dove sorgerà un supermercato con annessa area verde.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da usiamo il cervello

    Sarebbe interessante sapere cos significala “la risoluzione del problema viabilistico in corrispondenza del sagrato della chiesa e del ponte vecchio sul Morla” perchè se vuol dire allargare il ponte e portare nuovo traffico nel quartiere (oggi siamo oltre i 30..000 veicoli al giorno) vorrebbe dire solo aumentare il degrado, non diminuirlo. Sarebbe interessante che il progetto venisse illustrato ai cittadini, prima di ritrovarci con un altro ecomostro come quello di via autostrada…