BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ascom riparte dall’Expo con progetti in chiave di sostenibilità

Presentati alla sala conferenza della Domus Bergamo i nuovi progetti di Ascom Bergamo in chiave di sostenibilità, innovazione e internazionalizzazione nati dall’esperienza Expo.

Più informazioni su

Presentati alla sala conferenza della Domus Bergamo i nuovi progetti di Ascom Bergamo in chiave di sostenibilità, innovazione e internazionalizzazione nati dall’esperienza Expo. A presenziare alla conferenza il presidente Ascom Bergamo nonché presidente della Camera di Commercio Paolo Malvestiti, il direttore di Ascom Bergamo Oscar Fusini e la consulente “Sportello Expo 2015” Ascom Bergamo Stefania Pendezza.

“Si è conclusa ormai da più di un mese la grande Esposizione Universale che ha animanto gran parte del 2015, lasciando sul territorio bergamasco una rete di rapporti più fitta e nuovi progetti per il futuro – ha affermato Paolo Malvestiti. Anche il terziario bergamasco ha ereditato da questi sei mesi un interesse particolare verso alcuni particolari ambiti: l’internazionalizzazione, l’innovazione e la sostenibilità ambientale. Da questo punto l’associazione Ascom ha lavorato tutto il 2015 sul tema Expo, preparando gli associati a cogliere le opportunità che la manifestazione poteva offrire. Durante il periodo della manifestazione – ha continuato Malvestiti – sono state tante le iniziative programmate e organizzate, tra missioni associative, accompagnamento delle imprese e contatti internazionali. E ora che Expo 2015 è giunto al termine, il lavoro di Ascom continua sulla scia della vivacità e dell’impulso innovativo nati dall’esperienza fatta nei sei mesi dell’Esposizione Universale”.

Da questa manifestazione sono due le principali tendenze emerse che caratterizzano i settori nel futuro e che tengono conto dei nuovi stili di consumo, della nascita di nuove tendenze e della sensibilità al prezzo: quella dell’internazionalizzazione, che si declina nell’incremento delle esportazioni e la ricerca dei nuovi mercati, e quella dell’innovazione nel retail, che intercetta a livello territoriale le nuove tendenze di consumo sul posto, la multietnicità e la sostenibilità dell’offerta.

Per esemplificare gli scenari futuri hanno testimoniato alla conferenza alcuni imprenditori, protagonisti del lavoro svolto da Ascom. Hanno portato le loro esperienza Roberto Capello, presidente Aspan Bergamo, Diego Rodeschini, presidente Isot – Imprenditori di Sant’Omobono Terme e Giovanna Pradella, titolare CI.DI.A Pradella. Per quanto riguarda Aspan Bergamo – Associazione Panificatori Artigiani della Provincia di Bergamo, il presidente Roberto Capello ha introdotto il nuovo progetto “Stagioni di pane”, volto a raccontare le stagioni con un percorso che segue il viaggio del cereale e ne racconta le tappe anche oltre la sua crescita per portare il consumatore ad una ri-scoperta del pane e della cultura che lo avvolge. “Stagioni di pane” si suddivide in due tappe, “Le strade del pane” e “Il calendario del panificatore”, ognuna con un chiaro bagaglio emozionale volto a rappresentare la cultura del pane nel territorio bergamasco.

Il presidente di Isot – Imprenditori di Sant’Omobono Terme Diego Rodeschini ha invece raccontato le esperienze dell’associazione prima, durante e dopo Expo 2015. L’associazione, che ora raccoglie più di 140 imprenditori e aziende sparsi su tutto il territorio della Valle Imagna, ha promosso e sostenuto la vitalità economica e sociale della Valle Imagna come meta turistica, serbatoio di opportunità, patrimonio ambientale e di cultura. “Sulla base di questi presupposti è stato definito – ha spiegato Rodeschini – il piano di intervento previsto nel 2016 che, mirando a fare della Valle Imagna una valida ambasciatrice di Expo 2015, coinvolge la Comunità Montana e il BIM nella realizzazione di eventi culturali tesi a promuovere e valorizzare le bellezze e le peculiarità della valle”.

Giovanna Pradella, titolare di CI.DI.A Pradella, ha invece raccontato quanto sia importante, per la sua azienda, la sostenibilità nella vendita e nella distribuzione alimentare. Una azienda che manifesta la volontà di adeguare la gamma dei prodotti alle esigenze dei professionisti del settore, una lungimiranza che si è manifestata anche in occasione di Expo2015, della quale CI.DI.A Pradella si è resa ambasciatrice speciale, grazie ad alcune azioni mirate a valorizzare i temi della grande manifestazione ed esportare modelli di consumo legati alla qualità della vita e alla sostenibilità produttiva e ambientale.

Da queste testimonianze chiave dell’importante lavoro svolto nel 2015 e del successo imprenditoriale bergamasco, Ascom – Bergamo riparte per un 2016 ricco di nuovi ed importanti progetti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.