BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’ex atalantino Del Grosso operato al Papa Giovanni: da chiarire le cause dello schianto fotogallery

Le condizioni dell'ex terzino dell'Atalanta, apparse preoccupanti dopo lo schianto di lunedì mattina, sono in miglioramento: l'intervento chirurgico al setto nasale è perfettamente riuscito. Ancora poco chiare le cause che hanno portato allo schianto in viale Giulio Cesare

Il peggio sembra passato per Cristiano Del Grosso, operato nel pomeriggio di lunedì e ora fuori pericolo.

L’ex terzino dell’Atalanta, passato in estate al Bari in prestito con obbligo di riscatto, lunedì mattina poco prima delle 6 è rimasto coinvolto in un bruttissimo incidente nel cuore di Bergamo, in viale Giulio Cesare, proprio a pochi metri da quello stadio che l’ha visto protagonista di tante battaglie in maglia nerazzurra dal gennaio del 2013 fino allo scorso giugno.

Al volante della sua Fiat Cinquecento il calciatore di Giulianova è finito contro uno dei tanti alberi della strada per cause poco chiare. Un impatto violento che ha ha distrutto il mezzo e procurato a Del Grosso un grave trauma facciale con una fortissima perdita di sangue.

Le condizioni del terzino del Bari sono apparse serie e preoccupanti già all’arrivo sul posto dei soccorritori: l’ex atalantino, infatti, a causa dello schianto ha perso conoscenza ed è subito stato intubato per evitare che fossero ostruite le vie respiratorie.

Trasportato in gravi condizioni al Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Del Grosso è stato operato nel pomeriggio: “A seguito dell’incidente stradale avvenuto in data odierna – si legge sul comunicato emanato in serata dalla società Bari -, il calciatore Cristiano Del Grosso è stato sottoposto, presso l’ospedale Giovanni XIII di Bergamo, a intervento chirurgico maxillo facciale per frattura pluri-frammentaria del setto nasale. L’intervento è perfettamente riuscito. Il giocatore presenta inoltre fratture composte di alcune costole senza danni toracico addominali importanti e delle fratture di alcuni processi trasversi di tre vertebre cervicali per le quali sarà necessario l’uso di collare ortopedico per circa 20-30 giorni”.

“E’ durato 2 ore e 20 minuti l’intervento di ricostruzione delle ossa nasali a cui è stato sottoposto Cristiano Del Grosso in seguito a un incidente automobilistico. Il calciatore – comunicano invece dall’ospedale Papa Giovanni XXIII – ha riportato un grave trauma facciale, che ha richiesto una plastica ricostruttiva eseguita dal dottor Antonino Cassisi, responsabile dell’Unità di Chirurgia maxillo facciale dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Attualmente il calciatore è ricoverato in terapia intensiva, dove i medici lo tengono sotto osservazione, riservandosi la prognosi”.

L’ex nerazzurro resterà ricoverato per altri dieci giorni, poi inizierà la fase riabilitativa. Ancora non si sa quando potrà tornare in campo.

Del Grosso si trovava a Bergamo con la famiglia per curarsi dall’infortunio rimediato lo scorso 15 novembre nel match di Cesena, monitorato dallo staff medico dell’Atalanta ancora proprietaria del suo cartellino.

Domenica 6 dicembre era stato in tribuna al Comunale – seduto a fianco dello squalificato Guglielmo Stendardo – per seguire il match vinto 3-0 dai suoi ex compagni contro il Palermo.

Sarebbe dovuto tornare tra pochi giorni a Bari, per riprendere gli allenamenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.