BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Case comunali inaugurate 1 anno e mezzo fa, sono piene di muffa fotogallery video

Sono 8 gli appartamenti su 24 inagibili a causa delle infiltrazioni d'acqua che si sono verificate da un anno e mezzo a questa parte.

Case inaugurate in fretta e furia in campagna elettorale, al civico 33 di via Quarenghi, ora piene di muffa e non assegnabili. Sono 8 gli appartamenti su 24 inagibili a causa delle infiltrazioni d’acqua che si sono verificate da un anno e mezzo a questa parte.

Via Quarenghi case muffa

Il danno tecnico, solo per ripristinare tutto, è intorno ai 260 mila euro. Tra acquisto e ristrutturazione sono stati investiti quasi 11 milioni di euro di soldi pubblici.

L’amministrazione comunale e Bergamo Infrastrutture hanno deciso di mostrare le condizioni dell’edificio dopo l’articolo pubblicato dal Corriere della Sera Bergamo. Nelle foto potete vedere il danno causato dall’acqua. Gli altri 16 appartamenti sono agibili e verranno assegnati con un bando.

“Le prime avvisaglie di infiltrazioni ci sono state a luglio 2014 – spiega Vittorio Rodeschini, presidente di Bergamo Infrastrutture – e l’appaltatrice si era resa disponibile a riparare i vizi. Poi ha assunto maggiore dimensione nel mese di novembre. Quando il tecnico ha fatto presente questi problemi l’appaltatore ha dato incarico a un legale e ha presentato un ricorso per accertamento tecnico preventivo per ottenere un risarcimento”.

“Da parte di questa amministrazione non c’è mai stata intenzione di sollevare la polemica – spiega l’assessore Francesco Valesini -. Non abbiamo detto niente in 1 anno e mezzo per continuare a lavorare. Quando si sentono esponenti dell’opposizione imputare ritardi all’amministrazione dobbiamo far vedere quale eredità abbiamo ricevuto. La priorità è dare in gestione i 16 appartamenti che sono la maggior parte del caseggiato“.

Video correlati

1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.