BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ecco cosa abbiamo fatto a Bergamo: in 7 minuti il bilancio del sindaco Gori foto

In soli sette minuti Gori ha riassunto i progetti approvati. L'obiettivo? Dimostrare a tutti i colleghi sindaci che anche con poche risorse si possono portare avanti politiche innovative.

Alla Leopolda, l’appuntamento renziano per eccellenza, c’è chi ha parlato di pura politica, chi ha detto la sua sul futuro dell’Italia, chi ha incoraggiato il premier Renzi a continuare le riforme. Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori invece non ha speso nemmeno una parola sulla situazione nazionale: ha scelto di raccontare cosa ha fatto la sua amministrazione da quando è in carica. In soli sette minuti Gori ha riassunto i progetti approvati e il lavoro per costruirne altri ambiziosi. L’obiettivo? Dimostrare a tutti i colleghi sindaci che anche con poche risorse si possono portare avanti politiche innovative.

Vi riportiamo alcuni stralci del suo intervento:

“Oggi avrei piacere di raccontarvi alcune delle cose che insieme ai miei collaboratori abbiamo fatto in un anno e mezzo di amministrazione. La prima scommessa è sulla cittadinanza attiva. Tutti noi sindaci abbiamo bisogno di ripensare il welfare delle nostre comunità sapendo che sono molti più i bisogno dei denari che abbiamo a disposizione. E al tempo stesso abbiamo bisogno di ripensare la partecipazione dei cittadini. A Bergamo sosteniamo le reti sociali di quartiere che si sono costituite spontaneamente. Alcune sono più forti, altre meno strutturate, ma sono le associazioni delle associazioni. Queste comunità di persone si prendono cura dei loro quartieri e sono un aiuto fondamentale.

Abbiamo spinto molto sul tasto dell’innovazione sfruttando le possibilità che vengono dalla tecnologia a partire dal funzionamento della pubblica amministrazione. Abbiamo spinto sulla dematerializzazione, risparmiando il 28% della carta che veniva utilizzata. L’obiettivo alla fine del 2016 è arrivare al 60%.

La città ora è tutta cablata con la fibra e abbiamo realizzato 1,3 milioni di copertura di wi fi, tutto il centro storico e i percorsi turistici. Basta un login e si è sempre connessi: 74 mila persone iscritte, di cui il 20% stranieri. L’ultimo passo è la sostituzione dei lampioni, che saranno a led con un risparmio notevole in bolletta. Sempre legato all’innovazione c’è cashlesss city, un progetto per spingere i cittadini a usare di più i pagamenti digitali, un po’ a compensare la norma del governo sui tremila euro di contanti. In 6 mesi abbiamo aumentato del 10% l’uso della moneta digitale.

Abbiamo riconosciuto le potenzialità turistiche della città: il risultato è tangibile anche perché abbiamo rivoluzionato i sistemi di promozione del territorio attraverso il marchio Visit Bergamo. E’ il sito turistico italiano più cresciuto in termini di ricerche. Il risultato del 2015 segna un +23% di presenze turistiche nella nostra città.

L’ultima cosa è il tentativo di conciliare l’attrazione di imprese innovative con la riqualificazione di aree dismesse. Abbiamo costruito un pacchetto di incentivi per le imprese innovative che si insediano nelle aree dismesse. Per ribadire che siamo il contro il consumo di suolo abbiamo alzato il 50% gli oneri per chi costruisce su aree verdi.
Abbiamo avviato la riqualificazione delle due più importanti aree dismesse della città: il vecchio ospedale e la vecchia casema Montelungo. Il primo ospiterà la sede dell’accademia della Guardia di Finanza, il secondo un importante studentato dell’università. Investimento da 150 milioni di euro, di cui nemmeno uno messo dall’amministrazione comunale.

Si può fare: lo fanno nelle grandi metropoli e i sindaci dei piccoli paesi. Con buone squadre, tanta voglia di lavorare e un pensiero positivo si può essere utili alle nostre comunità”.

Abbiamo raccolto qualche commento postato su Twitter durante l’intervento del sindaco di Bergamo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Il Conte

    Solito bla bla tipo quello espresso dalla precedente amministrazione di destra, che subiva critiche dalle opposizioni di sinistra.Ora il gioco si è invertito con la solita poca sostanza per i servizi concreti ai cittadini.
    Meglio stare zitti e tirare le somme a fine mandato con l’alternanza al governo, come lo fu con il governo Bruni.