BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Al mercato la stagione dei carciofi, alleati di fegato e diuresi fotogallery

Sono i carciofi, con o senza spine, il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo orobico. Buona disponibilità e qualità, si possono trovare con ampio ventaglio di prezzi.

Sono i carciofi, con o senza spine, il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. La provenienza che attualmente garantisce il miglior raccolto per volumi e qualità è quella sarda. Buona la disponibilità e la frequenza degli scarichi in mercato, come di consueto risulta più conveniente il prodotto senza spine rispetto a quello spinoso. Contrariamente a quanto succede per la maggioranza dei generi ortofrutticoli, dove il prezzo è rapportato all’unità di misura del peso, in questo caso il prezzo è riferito al singolo frutto e, a parità di condizioni organolettiche, freschezza e provenienza la differenza di prezzo è determinata dalla dimensione dei frutti.

Poveri di calorie, vantano molte virtù utili per la salute dell’organismo. Innanzitutto, sono dotati di preziose proprietà depurative e disintossicanti: il loro consumo contribuisce a favorire la diuresi e la secrezione biliare e quindi è particolarmente indicato nei casi di disturbi al fegato. Come gran parte degli ortaggi, poi, sono costituiti principalmente da acqua e fibre vegetali, utili a stimolare il buon funzionamento dell’intestino. Inoltre, rappresentano un’ottima fonte di sali minerali (calcio, fosforo, magnesio e potassio), ma anche di vitamina C, B1, B3 e K, ritenuta utile nella prevenzione dell’osteoporosi. Al tempo stesso, non mancano di ferro e rame, che nel nostro organismo sono adoperati nella produzione delle cellule del sangue. Importante anche il contenuto di betacarotene e luteina, preziosa per proteggere la vista. Secondo alcuni studi, infine, il consumo dei carciofi aiuterebbe a proteggere il cuore, ridurre il colesterolo in eccesso, combattere diabete e ipertensione, mentre la presenza di antiossidanti svolgerebbe una potenziale attività antitumorale.

In cucina, possono essere consumati a crudo, con un po’ di limone, in insalata, o in pinzimonio con olio e sale, fritti, saltati in padella, oppure cotti al vapore e poi farcirli e dorati al forno, seguendo la ricetta dei carciofi alla greca. Si possono usare per preparare salse per condire la pastasciutta, dopo essere stati stufati e frullati; per secondi piatti di carne o pesce e per la classica torta pasqualina, piatto tipico ligure. Altra specialità regionale è rappresentata dai carciofi alla romana, stufati con prezzemolo, olio extravergine d’oliva, aglio e mentuccia. Un consiglio per riconoscere la freschezza dei carciofi all’acquisto: basta afferrarli con indice e pollice e premere: se sono duri e compatti, sono freschi, mentre se tendono ad appiattirsi non lo sono. Inoltre, devono avere le punte ancora ben chiuse e se il gambo ha ancore delle foglie attaccate, queste non devono essere appassite, ma al contrario ben fresche.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo orobico, è da annotare che questa settimana fa il suo ingresso in punta di piedi sul mercato la varietà d’arance siciliana per antonomasia: il tarocco. A distinguerlo, buccia sottile e piuttosto tirata, forma globosa e polpa arancione con screziature rosse, ancora poco evidenti sui primi raccolti, ma peculiarità fondamentale che nei prossimi mesi migliorerà. Rimane eccezionale la qualità delle clementine nazionali offerte sulla piazza, delle quali resta ottimo il rapporto qualità/prezzo. Tra le new entry della settimana, ci sono i mandarini con origine siciliana: poche le partite disponibili, ma già marcatamente inconfondibile il profumo e il sapore. È praticamente terminata, invece, la stagione commerciale del kiwi neozelandese: ora è tempo di orientare l’attenzione sul prodotto nazionale, che d’ora in poi sarà in grado di soddisfare le aspettative dei consumatori, anche grazie a un miglior rapporto qualità/prezzo rispetto a quanto riscontrato per il prodotto d’importazione. Settimana decisamente convulsa, infine, per le quotazioni delle fragole: prima una salita vertiginosa del valore di mercato che trascina il prezzo del prodotto entro valori quasi ingiustificabili, per poi rilevare in questi giorni un crollo delle quotazioni che stabilizza il prezzo entro valori più consoni all’effettivo rapporto domanda offerta.

Passando alle verdure, sono stabili le condizioni di mercato di cavolfiori, carote, cavoli broccoli, cavoli verza, cipolle, finocchi, patate, indivie, radicchi, porri e sedani. In leggero rialzo le quotazioni dei fagiolini boby, per i quali, in termini di volumi, la referenza fondamentale in questo periodo è quella con origine nordafricana. Per concludere, si registra ancora un aumento di qualche decina di centesimo di euro per i prezzi delle melanzane, per le quali i luoghi d’origine rimangono la Sicilia e la penisola iberica, mentre diminuisce il prezzo delle zucchine, stabilizzandosi entro valori consoni alla stagione.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate

 

Ingredienti per 4 persone

6 carciofi

1/2 limone

uno spicchio di aglio

olio qb

sale qb

pepe qb

prezzemolo

PROCEDIMENTO

Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure, tagliate le punte e togliete la barba interna.

Riempite una ciotola con acqua fresca e con il succo di mezzo limone.

Man mano pulite i carciofi lasciateli in ammollo nell’acqua acidula, in modo tale che non anneriscano.

Una volta finita la fase di pulizia dei carciofi, lessateli in acqua bollente per una decina di minuti.

Scolateli e poneteli in una padella dove avrete fatto soffriggere uno spicchio di aglio.

 

Insaporite con sale e pepe e ,solo a fine cottura ,date un’abbondante manciata di prezzemolo tritato.

Il vostro contorno é pronto!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.