BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, ruba 75 bustine di zafferano: arrestata 25enne

Nel pomeriggio di martedì 8 dicembre una Volante del Commissariato di polizia è intervenuta al supermercato Ipercoop per un insolito furto

Come noto lo zafferano non lavorato costa al peso almeno quanto l’oro grezzo. Attualmente il prezzo è di circa 15mila euro al chilo e spesso vengono segnalati dei furti. Nel pomeriggio di martedì 8 dicembre una Volante del Commissariato di polizia stradale è intervenuta al supermercato Ipercoop di Treviglio per un insolito furto.

Sul posto gli operanti hanno rintracciato una donna: I.P. 25enne rumena, residente a Milano, fermata dall’addetto alla sicurezza, che risultava aver pagato della merce per 15 euro, ma che nel passare nelle barriere antitaccheggio aveva fatto scattare l’allarme.

Da un controllo nella borsa risultava avere ben 75 confezioni di “zafferano” per il valore di 300 euro. Non riuscendo a dare spiegazioni in merito, e non essendo la merce di prima necessità e non di modico valore, è stata al Commissariato di Treviglio diretto da Angelo Lino Murtas per gli opportuni accertamenti e verificare tramite la Polizia Scientifica le impronte digitali e i propri dati anagrafici.

Dopo la conferma del casellario nazionale d’identità si rilevava che negli ultimi otto mesi era stata già denunciata ben 9 volte per furti con lo stesso modus operandi in varie località della Lombardia (ossia pagare della merce per un valore esiguo per poi superare le casse occultando altra merce di valore maggiore) e in una delle quali anche arrestata.

E’ stata quindi tratta in arresto essendo chiaramente una professionista di tale tipo di reato, associandola alle camere di sicurezza.

Nella mattinata di mercoledì al Tribunale di Bergamo, dove si è presentata anche un famigliare con la figlia dell’arrestata nata un mese fa, si è svolto il giudizio direttissimo (Pubblico Ministero Dott. Fabio Pelosi e Giudice Vito di Vita) con la convalida dell’arresto e il rinvio all’udienza del 17 dicembre per i termini a difesa.

Nel mentre lo stesso Giudice applicava la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza (Milano) dove dovrà essere quotidianamente reperibile per i necessari controlli di Polizia, pena l’aggravamento della misura cautelare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.