BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bimbo di 7 anni sfruttato per fare l’elemosina: denunciato 50enne a Bergamo

Più informazioni su

Nel corso della mattinata di mercoledì 2 dicembre, gli agenti del Nucleo di Sicurezza Urbana, nell’ambito dei servizi straordinari predisposti dal Comando della Polizia Locale del Comune di Bergamo, hanno effettuato specifici controlli finalizzati al contrasto dell’occupazione abusiva di edifici e all’accattonaggio.
Per quanto riguarda l’occupazione abusiva, si è proceduto a effettuare i controlli in Piazzale Loverini, dove all’interno della vecchia stazione del treno delle valli, recentemente ristrutturata, sono state trovate quattro persone, di cui tre cittadini italiani, P.A., V.V., e C.F., di età compresa fra i 40 e i 50 anni, denunciati per occupazione abusiva di aree ed edifici pubblici; in via per Orio e in via Gasparini, dove all’interno delle due cascine in disuso sono stati rintracciati un cittadino marocchino (in via per Orio) ed un cittadino albanese (in via Gasparini).
Essendo in possesso dei documenti e in regola sul territorio nazionale, si procederà a contattare i proprietari degli immobili, per acquisire la denuncia/querela per l’occupazione abusiva.
Successivamente sono stati effettuati gli interventi di contrasto all’accattonaggio in via Don Bosco, viale Papa Giovanni e via Tasso.
In via Don Bosco, all’altezza della Circonvallazione Mugazzone, si è proceduto a sanzionare ai sensi del Regolamento di Polizia Urbana le persone di nazionalità rumena dedite a tale attività, mentre in viale Papa Giovanni, il cittadino di nazionalità rumena, iniziali C.C. di anni 50, è stato denunciato per il reato di cui all’art 600 c.p., in quanto impiegava nella pratica dell’accattonaggio un minorenne di 7 anni.
In via Tasso, la persona sorpresa nella pratica dell’accattonaggio, in quanto priva di un documento d’identità, oltre alla sanzione amministrativa è stata segnalata alla competente A.G. per la violazione dell’art. 6 del D.Lvo 286/98 (testo unico sull’immigrazione) dopo essere stato identificato a mezzo rilievi fotodattiloscopici presso il gabinetto di Polizia Scientifica della Questura di Bergamo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.