BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sparò a un ladro in casa a Vaprio: ora candidato con Forza Italia a Milano

Francesco Sicignano, 65enne pensionato, sarà candidato come consigliere comunale con Forza Italia alle prossime elezioni amministrative del 2016 a Milano: “Lavoriamo sulla proprietà che è sacrosanto diritto da difendere. In Italia non c'è sicurezza, serve fare qualcosa al più presto”.

Più informazioni su

Alle prossime elezioni amministrative del 2016 a Milano Forza Italia candiderà come consigliere comunale Francesco Sicignano, il 65enne di Vaprio d’Adda che il 20 ottobre scorso sparò e uccise Gjergi Gjonj, 22enne albanese che si era introdotto nella sua proprietà per un tentativo di furto.

L’annuncio venerdì 27 novembre a Palazzo Marino alla presenza dei vertici del partito, il capogruppo azzurro Pietro Tatarella e il coordinatore milane Fabio Altitonante: “Ho sempre votato l’Msi – ha commentato Sicignano – ma alle ultime elezioni ho scelto Forza Italia. Lavoriamo sulla proprietà che è sacrosanto diritto da difendere: questo non vuol dire che tutti devono avere armi, solo chi le sa gestire. In Italia non c’è sicurezza, serve fare qualcosa al più presto: faccio un appello anche al ministro Alfano e gli dico che serve fare un rastrellamento del Paese da Nord a Sud perchè tutti qui entrano senza controlli”.

“Parlando con Francesco – ha aggiunto Tatarella – ci siamo resi conto che i suoi valori sono i nostri: la difesa della proprietà privata e la libertà di una persona di tornare a casa la sera tranquillo”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da fk

    Che disgusto sopportare questi politici da trifola, sempre pronti ad annusare possibili giacimenti di voti. Speriamo che il processo allo sparatore venga celebrato al più presto, giusto per chiarire gli equivoci.

  2. Scritto da Luciano

    Vi prego… ditemi che è il 1° d’aprile! Non per Sicignano, al quale va la mia solidarietà per la vicenda di cronaca che suo malgrado l’ha visto protagonista, ma per il partito. Chi partorisce queste idee è un demagogo che strumentalizza una tragica vicenda rendendo FI vergognosa e inqualificabile.

  3. Scritto da roberta

    Ma se è di Vaprio d’Adda perchè si candida a Milano?
    Se davvero ci tiene ad impegnarsi per la gestione della cosa pubblica, al di là del fatto di averlo scoperto alla veneranda età di 65 anni, perchè non si candida nel comune dove risiede?

  4. Scritto da incompreso

    Sorprende che i partito che si predicava liberale e moderato svolti così radicalmente su un tema come l’uso delle armi: evidentemente il target di riferimento è cambiato e si punta ai voti che in passato erano di AN. Macabra la considerazione del neo candidato su “chi sa gestire le armi”: in effetti lui ha dimostrato di saperle usare in maniera efficace; sarebbe interessante capire cosa vuol dire invece “gestirle”.

  5. Scritto da La verità fa male

    SQUALLIDA DEMAGOGIA, e lo scrivo da elettore di destra. Non si dovrebbero mai strumentalizzare in questo modo i fatti di cronaca nera, al punto da candidare il protagonista di una grande tragedia umana per catturare i consensi degli estremisti di destra

    1. Scritto da kurt Erdam

      Scopre un po’ tardi la tecnica della trasgressione per catturare gli animi più vicini alla pancia,si ricorda di Previti(avvocato pluriprocessato che ha fatto vendere per 2 soldi alla contessina Casati le sue proprietà a berlusconi)ministro della difesa o di dell’utri che berlusconi voleva candidare a Bruxelles come ministro di giustizia?Non sono legato a nessun politico(non penso rivoterò il PD di renzi)ma i separati/puttanieri/conviventi del family day li ho cancellati da tanto tempo

      1. Scritto da La verità fa male

        Siamo alle solite. Io parlo di una singola vicenda (questa del pensionato di Vaprio candidato in modo secondo me improprio e sbagliato) e lei chiacchiera e sproloquia a vanvera andando a rivangare vicende accadute prima del 1990, delle quali agli italiani non interessa più niente visto che è trascorso quasi mezzo secolo. Pazienza, lei ha le sue manie fisse e le sue paturnie personali del secolo scorso, io cerco di guardare all’attualità e al futuro

  6. Scritto da Carlo57

    Mi sembra una candidatura che calza a pennello a Forza Italia e che va a colmare una lacuna. Nel Casellario Giudiziario mancava giusto uno che si fosse macchiato la fedina penale con un simile gesto.

    1. Scritto da Stupidotto

      Che commento stupidotto.
      Tutti i partiti politici hanno rappresentanti con fedina penale non proprio linda, compreso il PD.
      Piuttosto non ha senso candidare personaggi entrati nella cronaca per simili fatti

      1. Scritto da Carlo57

        …mica tanto stupidotto direi come pensiero, visto che il partito in questione è stato fondato da due ben noti figuri che sono delle prime donne nel campo della trasgressione alla giustizia, anzi l’hanno pure difesa. Addirittura il popolino cantava MenomaleCheSilvioC’è. Poi se vogliamo generalizzare, c’è del marcio anche in Vaticano, ma il suo Capo, invece, è una persona pulita.