BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pedofilia, per l’ex prete sconto di pena: 8 anni Bergamasca una delle vittime

Condannato a 10 anni in primo grado, in appello Giovanni Desio ha ottenuto uno sconto di 24 mesi: la condanna parla di 8 anni e 8 mesi per gli abusi sessuali su almeno quattro ragazzini tra i 12 e i 15 anni.

Ha ottenuto uno “sconto” di due anni in appello Giovanni Desio, ex sacerdote 53enne originario di Milano e per 13 anni parroco di Casal Borsetti, frazione di Ravenna situata sul litorale, accusato di avere avuto rapporti sessuali con almeno quattro ragazzini a lui affidati di età compresa tra i 12 e i 15 anni, del Ravennate ma anche delle province di Bergamo e Treviso.

In primo grado, infatti, il gup del Tribunale di Ravenna gli aveva inflitto una condanna di dieci anni e otto mesi mentre in appello a Bologna, nel pomeriggio di venerdì 27 novembre, l’ex sacerdote è stato condannato a otto anni e otto mesi.

Confermate, invece, tutte le provvisionali assegnate alle parti civili: due minorenni attraverso i propri genitori, la Diocesi di Ravenna-Cervia alla quale apparteneva e l’associazione “Dalla parte dei minori”, attiva sul territorio ravennate dal 2003.

A lungo residente a Saronno, in provincia di Varese, Desio era stato arrestato in canonica a Casal Borsetti dalla polizia il 5 aprile 2014: da lì era stato portato in carcere a Forlì e dopo 7 mesi ai domiciliari in una struttura in provincia di Perugia che accoglie preti segnati da problematiche personali. Già da tempo il Vaticano lo ha dimesso dallo stato clericale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.