BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cologno in piazza a sostegno dell’agricoltore che ha ucciso il ladro fotogallery video

In occasione della giornata del ringraziamento in programma domenica, gli agricoltori e i cittadini di Cologno hanno pensato di organizzare un'iniziativa a sostegno di Arnoldi e della sua famiglia, con cartelloni e una raccolta fondi: "Ha sbagliato ma è una brava persona"

Cologno al Serio scende in piazza a sostegno di Sebastiano Arnoldi, l’imprenditore agricolo di 45 anni che lo scorso 4 agosto ha ucciso con 30 colpi di roncola Ibrahim Basam, siriano di 51 anni, dopo che lo aveva scoperto mentre stava rubando una borsetta da un’auto.

E’ stato lo stesso Arnoldi, venerdì 20 novembre, dopo essere stato convocato dai carabinieri in caserma, a confessare di essere l’autore del delitto del siriano, con precedenti per furto. Secondo quanto ha raccontato, lo avrebbe sorpreso a rubare una borsetta da una Fiat Panda nera parcheggiata non lontano dalla sua cascina (che i familiari e i carabinieri stanno cercando di rintracciare) e gli avrebbe intimato che lo avrebbe denunciato.

Il ladro gli avrebbe allora puntato un paio di forbici e lo avrebbe inseguito, urlando prima che gli avrebbe bruciato la casa e poi che gli avrebbe ammazzato i figli. E’ stato a quel punto che, secondo il suo racconto, Arnoldi avrebbe reagito, inferendogli 30 colpi di roncola, prima di fuggire a casa a lavarsi. Il siriano venne trovato in fin di vita da due donne che passeggiavano in zona.

E in occasione della giornata del ringraziamento in programma domenica 29 novembre in piazza della chiesa, gli agricoltori e i cittadini di Cologno hanno pensato di organizzare un’iniziativa a sostegno di Arnoldi.

“Non vogliamo far diventare Sebastiano un eroe – spiegano gli organizzatori – . Siamo tutti consapevoli che ha sbagliato, e che pagherà giuridicamente e soprattutto moralmente. Ma ci siamo immedesimati in lui. Nella paura generale che viviamo tutti i giorni: abbiamo paura a casa nostra, per strada, e questa esasperazione ci può portare a fare gesti orribili come quello che ha fatto Seby. Ma lui non è una persona orribile, anzi è un gran lavoratore è un papà favoloso”.
Il programma di domenica prevede la tradizionale benedizione dei trattori degli agricoltori del paese, alla quale fino alla scorso anno prendeva parte anche Arnoldi, con tutti i cittadini che scenderanno in piazza con un cartello con scritto “Sebastiano” 
per dimostrare vicinanza a lui, alla moglie, ai figli e a tutta la sua famiglia. Ci sarà inoltre un cesto per eventuali offerte da devolvere agli Arnoldi per sostenere le spese legali. E’ stato invece annullato il pranzo per fare festa tutti insieme dopo la cerimonia. 

All’evento prenderà parte anche l’Amministrazione comunale: “Il comportamento di Arnoldi è stato sbagliato ed è contro la legge – commenta il vicesindaco Marco Picenni – . Ma conoscendo la persona, quel gesto ha stupito un po’ tutti. Era un gran lavoratore e non si è mai comportato male con nessuno. E’ stato messo messo alle stratte e ha reagito in quel modo. La criminalità nelle nostre zone purtroppo è in aumento negli ultimi anni, e noi stiamo cercando di fare il possibile per contrastarla con le poche forze a disposizione che abbiamo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.