BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mensa scolastica e pediatria del Bolognini: l’opposizione non molla la presa a Seriate

Il ripristino del costo del pasto del servizio di ristorazione scolastica e la riapertura del reparto di Pediatria del Bolognini al centro di una vivace seduta consiliare: l'amministrazione giustifica l'aumento alla mensa e annuncia un incontro imminente con l'assessore regionale alla Sanità e il direttore generale dell'ospedale.

Il consiglio comunale del 23 novembre è stato l’occasione per discutere in maniera più approfondita di due questioni che interessano profondamente tutta la cittadinanza seriatese: il ripristino del costo del pasto del servizio di ristorazione scolastica e la riapertura del reparto di Pediatria dell’Ospedale Bolognini.

Ma procediamo con ordine.

Il gruppo consiliare della lista civica Albatro ha presentato una mozione che chiedeva il ripristino del costo originale del pasto del servizio di ristorazione scolastica. Ad oggi, infatti, il costo unitario di ogni singolo pasto offerto dal servizio di ristorazione scolastica pesa sulle famiglie per 4,70 euro – invece dei 4,26 euro originali – , pari ad un incremento di 44 centesimi di euro per ciascun utente del servizio. Tale aumento è stato previsto per garantire il pasto agli insegnanti che, all’interno delle mense scolastiche, svolgono un’importante opera d’assistenza.

“La scelta di aumentare il costo del servizio in tempo di crisi è molto discutibile – ha commentato Damiano Amaglio, capogruppo della lista civica Albatro – Il gestore del servizio di ristorazione (Sercar) incasserà di più a fronte di un incremento della tariffa, senza che per lui ci sia un incremento del costo di erogazione. E’ vero che il gestore si è impegnato restituire la differenza sotto forma di pasti gratuiti, ma tutto ciò non è stato ancora definito con chiarezza. Come può l’Amministrazione far incassare ad un privato risorse pubbliche senza aver definito chiaramente i meccanismi di compensazione?”.

Sulla stessa linea d’onda Paolo Finazzi, consigliere PD: “L’Amministrazione avrebbe potuto fare uno sforzo in più e coprire questi costi, non mettendoli a carico dei cittadini”.

“Bisogna distinguere tra costo del pasto e costo del servizio – ha ribattuto il sindaco di Seriate Cristian Vezzoli – Un singolo pasto costa 4,26 euro ma il servizio, che implica tutta l’organizzazione relativa alla somministrazione dei pasti, viene fornito dal gestore al prezzo di 5,68 euro a pasto. Si chiede all’utenza un contributo di 4,70 euro, gli altri 98 centesimi vengono saldati dal comune”.

La questione riguardante la riapertura del Reparto di Pediatria dell’Ospedale Bolognini di Seriate è stata discussa, invece, attraverso la presentazione di un ordine del giorno firmato da tutti i gruppi di minoranza del Consiglio, Pd, Lista Civica Albatro e Movimento 5 Stelle.

All’interno dell’ordine del giorno veniva lamentato il fatto che, come sostenuto da Finazzi, “non si hanno segnali di una riapertura del reparto, nonostante il servizio avesse dovuto riprendere il 14 settembre, dopo la pausa per le ferie estive. Ci sentiamo presi in giro!”.

Per tutta risposta, il Consiglio comunale ha votato all’unanimità un emendamento – proposto dai gruppi consiliari di maggioranza – che prevede un incontro urgente con l’assessore regionale alla Sanità e il direttore generale dell’Azienda Bolognini per una pronta riapertura del reparto di pediatria e, contestualmente, si fa richiesta all’assessore regionale di far pervenire al governo una richiesta formale affinchè la legge di stabilità non preveda tagli che ricadano sulla salute dei cittadini.

“L’amministrazione comunale si è sempre battuta per la creazione di un polo pediatrico presso l’ospedale di Seriate – ha sostenuto il sindaco Vezzoli – La riapertura del reparto di pediatria andrebbe a completare questo progetto, visto che all’ospedale Bolognini sono già presenti il pronto soccorso e la terapia intensiva neonatale. Chiederemo alla Regione e all’Azienda Ospedaliera di riaprire il reparto il prima possibile. Chiederò al direttore generale e al Presidente Maroni un incontro per discutere della questione”.

Arnaldo Cobelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.