BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’ultimo saluto a Erik: “Fai buon viaggio amico Ci vediamo in un’altra vita”

L'incidente nella tarda serata di martedì 24 novembre ha tolto la vita a Erik Mandotti, 27enne residente a Lidrigno di Ardesio: sui social network il toccante ricordo degli amici, ancora sconvolti dall'inaspettata tragedia.

Doveva essere solamente una breve sosta al benzinaio per fare il pieno alla sua Mini Cooper rossa e invece da quel viaggio Erik Mandotti non è più tornato: attorno alle 21.30 con due amici, una ragazza di 18 anni e un ragazzo di 17, stava percorrendo la provinciale 49 ad Ardesio quando per cause ancora da accertare ha perso il controllo e, all’altezza del bivio che porta in località Campignolo, è andato ad impattare violentemente contro il muretto di cinta di una villetta.

Ad Ardesio, e a Ludrigno dove il giovane viveva con il padre,(ma anche a Ponte Nossa dove lavorava, alle Officine Meccaniche) il lutto e il cordoglio sono forti: sono soprattutto gli amici del 27enne a provare a rompere il silenzio e dare un senso alla tragedia che li ha colpiti nella tarda serata di martedì 24 novembre.

E come spesso accade in questi casi, quando a perdere la vita è una vittima ancora troppo giovane, sono i social network lo spazio in cui le emozioni e i sentimenti vengono espressi più facilmente, nascondendo l’immenso dolore dietro a uno schermo.

“Io non so chi comanda lassù Amore, ma se pensava di dividerci, ha fallito..Ci vediamo in un’altra vita – è il ricordo più toccante, della 18enne che era seduta al suo fianco in macchina – Ieri sera è stata l’ultima serata di molte cose, ma non del mio amore per te”.

A fare un ritratto di Erik e di quanto fosse ben voluto in paese ci ha pensato un’altra amica: “Potrei dire mille cose, ma volevo solo dirti mi dispiace..Eri così gentile, educato, sempre solare, sorridevi sempre, eri sempre disponibile, avevi un grande cuore, ti voglio bene piccolo…stai con dio, un giorno ci rivedremo”.

Tra gli amici regna l’incredulità e l’incapacità di reagire, per l’ultimo saluto bastano solo poche parole, tutto il resto sarebbe superfluo: “Ciao Erik, fa buon viaggio amico”.

I funerali di Erik, la cui salma si trova alla camera mortuaria della casa di riposo di Ardesio, saranno celebrati venerdì mattina alle 10.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Carlo57

    Ho visto come si è accartocciata quella piccola auto sportiva. Le circostanze dei fatti (un breve tragitto per andare dal benzinaio) lasciano esterrefatti per le tragiche, sproporzionate conseguenze, tipiche di incidenti in autostrada, o viadotti a scorrimento veloce. Da preoccupato padre di famiglia, questo tragico evento mi insegna che non si fa mai abbastanza per raccomandare prudenza ai nostri figli.