BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Donizetti, parcheggi, strade Piano opere da 41 milioni Guarda la mappa

Restauro del teatro Donizetti, parcheggio ex gasometro, primi passi per la ristrutturazione della caserma Montelungo. Sono i tre cavalli di battaglia di un piano delle opere pubbliche ricco di cantieri.

Più informazioni su

Restauro del teatro Donizetti, parcheggio ex gasometro, primi passi per la ristrutturazione della caserma Montelungo. Sono i tre cavalli di battaglia di un piano delle opere pubbliche ricco di cantieri: non solo progetti da copertina, ma anche manutenzioni e asfaltature richieste a gran voce dai cittadini.

In totale nel 2016 saranno impegnati 41 milioni di euro, il doppio rispetto al 2015 grazie soprattutto all’investimento legato al teatro Donizetti sostenuto con 16,5 milioni provenienti da donazioni private. Dei 41 milioni, 20,5 sono messi proprio dai privati, mentre 21,1 a carico dell’amministrazione comunale.

“Le richieste delle persone sono legate soprattutto alle manutenzioni – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla -. Quando si ristruttura una strada i cittadini sono contenti: dà un senso di sicurezza e pulizia. Anche quest’anno facciamo un piano opere pubbliche “verità” tenendo conto delle reali possibilità economiche dell’amministrazione comunale. Non è un documento rigido, ma si possono cambiare le carte a seconda delle disponibilità economiche”.
Rispetto al piani degli anni scorsi sono state inserite, fino al 2018, opere e obiettivi nuovi. Solo per citarne alcuni: restauro delle aree verdi dell’accademia Carrara per 500 mila euro, restauro della torre del Galgario per 250 mila euro, restauro dell’ex casa della Marchesa per 800 mila euro. Opere del verde con riqualificazione del patrimonio arboreo dei parchi storici. Adeguamento impiantistico di palazzo uffici per 600 mila euro così come l’adeguamento impiantistico del chiostro San Francesco ancora per 600 mila euro. Bando per il percorso ciclopedonale del percorso est-ovest, dalla passerella Briantea fino a Borgo Palazzo per 2 milioni di euro. Ci sarà anche la manutenzione della circonvallazione con 500 mila euro per ogni annualità dal 2016 al 2018”.

L’ufficio comunicazione dell’amministrazione comunale ha realizzato una mappa interattiva con tutte le opere previste nel piano triennale delle opere pubbliche.

LA MAPPA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da arpaleni

    in merito alle scalette c’è solo da sperare che la responsabilità degli interventi non venga affidata a coloro che hanno gestito la “sistemazione” dello Scorlazzino 2 o 3 anni fa. In pratica i ciottoli anzichè essere “ancorati” al fondo sono stati appoggiati su di un letto di sabbia che è stata poi abbondantemente asportata dalla pioggia e portata in basso. Un Comune serio avrebbe fatto rifare tutto, ma evidentemente
    agli interessati andava bene cosi

  2. Scritto da vergogna

    naturalmente della passerella del rondò delle valli non se ne parla! per questa amministrazione evidentemente i cittadini di redona sono dei poveracci da prendere per il naso. vergognatevi gbmarcarini

    1. Scritto da Niccolò Carretta

      Gentile gbmarcarini, mi pare un giudizio altamente ingeneroso.
      In primis perchè ogni quartiere della città ha le sue esigenze e richieste.
      L’opera di cui lei parla, inoltre, non mi risulta fosse presente nel nostro programma elettorale con cui siamo stati eletti.
      Per Redona le ricordo che la prima opera pubblica di questa Amministrazione è stata la “massiccia” ristrutturazione della scuola materna Munari, che il quartiere aspettava da anni (tot. 1milione euro). Saluti, NC

      1. Scritto da gbmarcarini

        egr,sig.Carretta, …”Per Redona le ricordo che la prima opera pubblica di questa Amministrazione è stata la “massiccia” ristrutturazione della scuola materna Munari, che il quartiere aspettava da anni (tot. 1milione euro)”… le vorrei precisare che l’intervento è derivato da evidenti errori progettuali e NON è un’opera pubblica “che il quartiere ecc. ecc….”

      2. Scritto da nico

        …sarebbe da chiedersi se nei POP dell’aministrazione precedente quest’opera ci fosse e i motivi eventuali per cui non è mai stata realizzata e portata avanti… non è che se mi sistemi una scuola materna (e meno male considerato in che stato era) riesco ad attraversare meglio la strada (o il rondò…) e poi se deve far fede il programma elettorale direi che già in questi mesi si son viste cose “differenti” e/o “nuove”…

        1. Scritto da NC

          Non mi pare di aver detto che il rondò delle valli è ottimale così come è. Non ho idea se fosse nei precedenti POP, ma la invito a guardarli e sfogliare un bel libro dei sogni e prese in giro verso i cittadini. Noi stiamo portando avanti un’operazione di realismo e concretezza, a costo di non accontentare (a parole!) tutti. Su Redona l’intervento che ho citato non era scontato visto gli anni di attesa.
          Saluti, NC

          1. Scritto da rondò dell'autostrada

            Gori:”Un’infrastruttura definita senza mezzi termini inadeguata, pericolosa e poco degna di una città che merita una porta d’accesso decisamente migliore e più funzionale rispetto ai flussi di traffico attuali.” perchè il rondò delle valli non lo è allo stesso modo? gbmarcarini

          2. Scritto da gbmarcarini

            il libro dei sogni dovrebbe essere stato fogliato per vedere cos’era previsto.La passerella è una necessità primaria della città altro che balle a meno che lei non sappia nemmeno dove sia questo rondò.
            “Su Redona l’intervento che ho citato non era scontato visto gli anni di attesa” vuol dire che da anni è in lista di attesa e quindi non lo farete mai più? risposta per favore del sindaco e del Dirigente responsabile!

          3. Scritto da Sheldon Cooper

            io credo che, numeri alla mano, la situazione dello svincolo dell’autostrada è più rilevante di quella di Redona. non per sminuire l’importanza della sua posizione sig. Marcarini, per lei che vive lì è legittimamente la cosa più importante di tutte… resta il fatto che sia solo lei, su queste pagine, a lamentarsene, mentre qualche settimana fa, l’articolo sul rondo’ dell’autostrada fu particolarmente “sentito” e “commentato”. le auguro che risolvano presto anche i suoi problemi…