BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al Papa Giovanni XXIII incontro sulle terapie per curare il Parkinson

L’Ospedale Papa Giovanni XXIII promuove un incontro per sabato 28 novembre a partire dalle 9.30 (ingresso 55, piano terra) in cui le diverse figure professionali che seguono i malati di Parkinson al centro bergamasco interverranno su questa malattia dagli aspetti complessi, che ha impatti importanti sulla vita dei pazienti.

Più informazioni su

Per il VII anno consecutivo si rinnova l’appuntamento con la Giornata Nazionale Parkinson, promossa dall’Accademia LIMPE-DISMOV (Accademia Italiana per lo Studio della Malattia di Parkinson e i Disturbi del Movimento) e dalla Fondazione LIMPE per il Parkinson ONLUS. Sabato 28 novembre, su tutto il territorio nazionale, si terranno iniziative e incontri di informazione e confronto che coinvolgeranno le oltre 90 strutture locali aderenti, attraverso il supporto di personale medico qualificato.

L’Ospedale Papa Giovanni XXIII promuove un incontro a partire dalle 9.30 (ingresso 55, piano terra) in cui le diverse figure professionali che seguono i malati di Parkinson al centro bergamasco interverranno su questa malattia dagli aspetti complessi, che ha impatti importanti sulla vita dei pazienti. Sono previsti gli interventi della neurologa Patrizia Pinto, che spiegherà gli aspetti generali della malattia e delle terapie oggi disponibili e del neurologo Dario Alimonti, che illustrerà le opzioni di trattamento nelle fasi avanzate di malattia.

A seguire il neurochirurgo Roberto Donati parlerà della stimolazione cerebrale profonda (DBS), trattamento chirurgico che prevede l’inserimento di due elettrodi nel cervello, collegati a un generatore d’impulsi elettrici (simile a un pacemaker) capaci di ridurre i sintomi motori della malattia.

Infine la psicologa Ave Maria Biffi parlerà del supporto psicologico che è possibile offrire ai pazienti. La partecipazione all’incontro è libera e gratuita.

Anche quest’anno alla Giornata Nazionale Parkinson aderiscono le Associazioni Pazienti Parkinson Italia e AIGP Onlus (Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani) e LIGHT OF DAY, Fondazione che organizza in tutto il mondo concerti evento rock folk avvalendosi di big del calibro di Bruce Springsteen e John Rzeznik (Goo Goo Dolls) o dello spettacolo come Michael J. Fox di Ritorno al Futuro.

In ciascun Paese in cui sarà organizzato un evento musicale, metà dell’incasso è devoluto a un’associazione locale che si occupa di Parkinson. Per l’Italia è stata scelta l’Accademia LIMPE DISMOV che destinerà la donazione di LIGHT OF DAY al Progetto di ricerca sulla qualità della vita dei pazienti affetti da malattia di Parkinson e dei loro familiari. È possibile sostenere tale Progetto anche attraverso le modalità indicate sul sito della giornata: www.giornataparkinson.it.

La conferenza stampa di presentazione della Giornata, svoltasi a Roma mercoledì 11 Novembre 2015 ha sottolineato come tematica principale l’importanza di praticare con regolarità un’attività sportiva di medio livello. Ciò riduce del 43% il rischio di sviluppare la malattia nella popolazione generale e le persone con Parkinson che praticano uno sport riducono del 70% il rischio di cadute (la causa che più spesso li porta al pronto soccorso). Anche rimanere attivi il più a lungo possibile può prevenire il Parkinson, così come l’impiego delle terapie più avanzate nell’ambito di un approccio multidisciplinare può contribuire a rallentare la progressione della malattia e a migliorare la qualità della vita. Proprio a testimoniare l’importanza del movimento, tema portante dell’edizione 2015, alla conferenza stampa di presentazione della Giornata nazionale a Roma è intervenuto il campione olimpico Jury Chechi come testimonial. Bergamo, 25 Novembre 2015 – Per il VII anno consecutivo si rinnova l’appuntamento con la Giornata Nazionale Parkinson, promossa dall’Accademia LIMPE-DISMOV (Accademia Italiana per lo Studio della Malattia di Parkinson e i Disturbi del Movimento) e dalla Fondazione LIMPE per il Parkinson ONLUS.

Sabato 28 novembre, su tutto il territorio nazionale, si terranno iniziative e incontri di informazione e confronto che coinvolgeranno le oltre 90 strutture locali aderenti, attraverso il supporto di personale medico qualificato. L’Ospedale Papa Giovanni XXIII promuove un incontro a partire dalle 9.30 (ingresso 55, piano terra) in cui le diverse figure professionali che seguono i malati di Parkinson al centro bergamasco interverranno su questa malattia dagli aspetti complessi, che ha impatti importanti sulla vita dei pazienti. Sono previsti gli interventi della neurologa Patrizia Pinto, che spiegherà gli aspetti generali della malattia e delle terapie oggi disponibili e del neurologo Dario Alimonti, che illustrerà le opzioni di trattamento nelle fasi avanzate di malattia. A seguire il neurochirurgo Roberto Donati parlerà della stimolazione cerebrale profonda (DBS), trattamento chirurgico che prevede l’inserimento di due elettrodi nel cervello, collegati a un generatore d’impulsi elettrici (simile a un pacemaker) capaci di ridurre i sintomi motori della malattia. Infine la psicologa Ave Maria Biffi parlerà del supporto psicologico che è possibile offrire ai pazienti.

La partecipazione all’incontro è libera e gratuita.

Anche quest’anno alla Giornata Nazionale Parkinson aderiscono le Associazioni Pazienti Parkinson Italia e AIGP Onlus (Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani) e LIGHT OF DAY, Fondazione che organizza in tutto il mondo concerti evento rock folk avvalendosi di big del calibro di Bruce Springsteen e John Rzeznik (Goo Goo Dolls) o dello spettacolo come Michael J. Fox di Ritorno al Futuro.

In ciascun Paese in cui sarà organizzato un evento musicale, metà dell’incasso è devoluto a un’associazione locale che si occupa di Parkinson. Per l’Italia è stata scelta l’Accademia LIMPE DISMOV che destinerà la donazione di LIGHT OF DAY al Progetto di ricerca sulla qualità della vita dei pazienti affetti da malattia di Parkinson e dei loro familiari. È possibile sostenere tale Progetto anche attraverso le modalità indicate sul sito della giornata: www.giornataparkinson.it.

La conferenza stampa di presentazione della Giornata, svoltasi a Roma mercoledì 11 Novembre 2015 ha sottolineato come tematica principale l’importanza di praticare con regolarità un’attività sportiva di medio livello. Ciò riduce del 43% il rischio di sviluppare la malattia nella popolazione generale e le persone con Parkinson che praticano uno sport riducono del 70% il rischio di cadute (la causa che più spesso li porta al pronto soccorso).

Anche rimanere attivi il più a lungo possibile può prevenire il Parkinson, così come l’impiego delle terapie più avanzate nell’ambito di un approccio multidisciplinare può contribuire a rallentare la progressione della malattia e a migliorare la qualità della vita. Proprio a testimoniare l’importanza del movimento, tema portante dell’edizione 2015, alla conferenza stampa di presentazione della Giornata nazionale a Roma è intervenuto il campione olimpico Jury Chechi come testimonial.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.