BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuova passerella ciclabile tra la Gamec e il parco Suardi per pedalare in sicurezza

Sono stati assegnati i lavori di progettazione della nuova passerella ciclo pedonale che dal cortile della Gamec, la galleria di arte moderna e contemporanea di Bergamo, permetterà ai cittadini di accedere al parco Suardi.

Più informazioni su

Sono stati assegnati i lavori di progettazione della nuova passerella ciclo pedonale che dal cortile della Gamec, la galleria di arte moderna e contemporanea di Bergamo, permetterà ai cittadini di accedere al parco Suardi.

Il collegamento è previsto dal piano delle opere pubbliche dell’amministrazione comunale e consentirà a pedoni e amanti delle due ruote di attraversare uno snodo nevralgico della viabilità cittadina in totale sicurezza. Oggi infatti è per raggiungere via Verdi e il centro è indispensabile percorrere via Battisti, di fronte al palazzetto dello sport, dove spesso si incolonnano decine di auto. Quando la passerella sarà completata sarà invece possibile entrare al parco Suardi senza attraversare strade.

La nuova pista è un altro tassello che va ad aggiungersi alla rete ciclabile della città di Bergamo non certo all’avanguardia: sono pochi infatti i percorsi che permettono a chi utilizza la bicicletta di muoversi in totale sicurezza per lunghi tratti.

Il prossimo passo, dopo la realizzazione della passerella, potrebbe essere il collegamento con la Greenway del Morla, percorso sempre più apprezzato dai cittadini. L’accademia Carrara è uno scoglio quasi impossibile da superare, così come alcune proprietà private a Nord del complesso appena ristrutturato. Una delle alternative potrebbe essere un allargamento del marciapiede in via Nazario Sauro, per ora però l’ipotesi non è nemmeno sulla carta.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luigi

    A chi serve e perchè. Non per dare un altro ingresso alla Gamec perchè facilmente raggiungibile ad un centinaio di metri dalla bella Via San Tomaso; neppure per facilitare il raggiungimento del centro città e neppure perchè con questa passerella si migliorerebbe la viabilità e la vivibilità dei cittadini. Sono sorpreso.

    1. Scritto da sorpreso

      la zona inoltre è “vincolata” :mi pare strano che il sito dei “sacri orti” che tante polemiche a suo tempo ha suscitato venga “violato” da una “passerella” pubblica!!!

  2. Scritto da nico

    Dove è possibile trovare un disegno di quest’opera? non si riesce a capire dove sarà ubicata… non c’ è una planimetria? e per quanto riguarda il collegamento con la green way mi sembra che il passaggio a lato dell’acccademia carrara fosse stato studiato e fattibile: di chi sarebbero le proprietà private che impediscono l’attraversamento di 3 metri di pista?

    1. Scritto da gren .che?

      ” Quando la passerella sarà completata sarà invece possibile entrare al parco Suardi senza attraversare strade.” Quali strade???? se la gamec si affaccia quasi direttamente sul parco e non vi è alcuna strada interposta. forse è la solita copertura paraideologica ad operazioni cosiddette di “immagine”. e come disse il sociologo Totò ” E IO PAGOOO !!!”

  3. Scritto da incazzato

    per queste necessita secondarie i soldi si spendono e si spandono
    per la passerella di via delle valli (pericolosissimo attraversamento rondò Bonaldi per intenderci): finanziata da oltre vent’anni i soldi non vengono spesi perchè costa troppo (balla spaziale).

    1. Scritto da Alessandro

      Secondarie? È prioritario per Bergamo; se si vuol ridare vita al centro della città bisogna curare tutti gli aspetti, anche la viabilità delle biciclette e dei pedoni. Quando avremo meno auto, più aree pedonali, allora vivremo meglio e avremo una città moderna. Il problema del rondò al Bonaldi è ugualmente importante, non lo metto in discussione.

      1. Scritto da incazzato

        caro alessandro se per lei è ugualmente importante la passerella per i pedoni ed i ciclisti (che salva da pericolo di morte,finora ci sono stati solo feriti) e le piste ciclabili in centro la cosa è, dal mio punto di vista, molto preoccupante.credo che lei non conosca direttamente la situazione;il rondo divide una notevole porzione di abitanti (verso gorle) dal Centro di Redona(anche redona ha un Centro e tre morti per un problema stradale mai risolto). gb marcarini

  4. Scritto da Andrea

    dove passa esattamente? usa gli orti urbani?

  5. Scritto da Carla

    quando si vuole gli scogli si superano e si demoliscono, basta volere