BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Edelweiss Albino, ecco il colpaccio a Costa Masnaga

Colpaccio a Costa Masnaga per il Fassi Edelweiss Albino, dopo un inizio super ed il "solito" black-out, le biancorosse alzano il muro difensivo e nell'ultima frazione vincono un'importante gara che le rilancia nella parte alta della classifica! Mercoledì a Torre tornano le "Giganti".

Ancora una volta con un quarto finale da urlo, il Fassi Edelweiss Albino trascinato dall’esperienza e leadership di Laura Fumagalli e Gordana Bedalov mette le mani su una preziosissima e quanto mai importante vittoria a Costa Masnaga che fa partire col piede giusto il filotto di tre partite in una sola settimana (mercoledì replay della 2^ giornata contro Giants Marghera e sabato sera sfida a Pordenone in quel di Torre Boldone).

Novità in quintetto per coach Pasqua che schiera “Ice-woman” Devicenzi per contrastare sin dalla palla a due la classe cristallina della leader indiscussa locale Maiorano, mossa azzeccata e sorretta dal piglio giusto delle biancorosse che infilano un parziale di 12-4 frutto delle belle giocate in contropiede ma soprattutto di un’aggressività difensiva subita oltremodo dalle lecchesi padrone di casa. Quando il match si accende grazie alla strigliata di coach Pirola, le biancorosse come già successo in altre occasioni si spengono sull’onda di un nervosismo dovuto all’enorme difficoltà nel bucare la retina avversaria ma soprattutto per il ritrovato atteggiamento difensivo di Longoni e compagne. Il dato inconfutabile resta quella povera percentuale al tiro, ben peggio ai tiri liberi, di cui si va soffrendo ormai da qualche gara.

L’ostinazione al tiro dalla lunga manda in completo blackout l’Edelweiss che praticamente non segna più per quasi 9 minuti, salvo poi ritrovare il bandolo della matassa con un paio di giocate a fine 2° periodo della pimpante Elisa Silva e della “noiosa” Laura Fumagalli.

La ripresa ci regala un Fassi subito molto positivo con l’esordio nella partita di “Cicezzi” Carrara, brava a mostrare un po’ di faccia tosta alle avversarie, ma è un’altra giovincella di belle speranze a far cadere il fortino biancorosso: Beatrice Del Pero, classe 1999, si prende per mano le compagne e guida il Basket Costa ad un mini break molto pericoloso…

La tripla di Celeri insieme alle giocate di Silva e Locatelli rintuzzano il gap con la Capitana che stasera gioca con una sicurezza e fiducia enciclopediche venendo ripagata dalla buona sorte rispetto alle precedenti uscite! I due grigi consegnano la palla per la rimessa iniziale dell’ultima frazione di gioco sul 42-40 in favore delle padrone di casa, le biancorosse hanno ancora negli occhi gli ultimi finali di partita e non vogliono mollare un centimetro. E chi meglio dell’ormai albinese d’adozione Laura Fumagalli incarna questo spirito?! A sfruttare il vero e proprio capolavoro difensivo della coppia Silva-Bedalov, autentiche dominatrici dell’area e a rimbalzo, ci pensa dall’altra parte del campo “Fumabomber” che minuto dopo minuto converte in lingotti d’oro tutto quel che le passa tra le mani.

Dopo qualche leggerezza della poco lucida Lussana, a scongiurare un possibile finale punto a punto ci pensa “Goga” Bedalov che punisce con freddezza da dentro l’area il Basket Costa collezionando una doppia-doppia di notevole impatto tecnico-agonistico. Colpaccio esterno al secondo tentativo, dopo il rammarico della trasferta col Sanga, grazie ad un gruppo in crescita che ha saputo soffrire stringendo nuovamente le maglie difensive per ovviare al solito prolungato buio offensivo su cui pesano le percentuali dalla linea della carità ed alcune palle perse sanguinose.

Più che ottimo l’elevato numero di possessi così come il totale controllo dei tabelloni (55 rimbalzi totali) che hanno permesso di superare quota 60 punti su un parquet davvero complicato da espugnare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.