BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Profughi, contributi al Parco dei Colli: scoppia la pace con la Regione

Dopo le polemiche delle scorse settimane l'assessore all'Ambiente Claudia Terzi incontra il presidente del parco bergamasco Oscar Trapletti: "Rispettiamo la mozione consigliare recentemente approvata annullando il bando in corso per cui procederemo direttamente all'assegnazione sulla base della delibera approvata oggi, venerdì 21 novembre".

Più informazioni su

Prima della Giunta l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Maria Terzi ha incontrato il presidente del Parco dei Colli di Bergamo, Oscar Locatelli.

Tra il Parco bergamasco e la Regione torna il sereno, lo afferma il Presidente Oscar Locatelli: "Su mandato del Consiglio di Gestione, ho perso atto e condiviso delle nuove direttive che si richiamano i principi fondanti il sistema regionale dei Parchi lombardi. Ho apprezzato che i nuovi indirizzi non siano retroattivi e non penalizzino quindi il Parco dei Colli. Il Consiglio di Gestione pertanto non ha attualmente alcun interesse a procedere contro le nuove disposizioni regionali. Il Consiglio di Gestione inoltre non presenterà ricorso al TAR sulla precedente delibera regionale, comunque già ritirata dalla Giunta".

Soddisfazione anche per l’Assessore Claudia Mari Terzi: "Rispettiamo la mozione consigliare recentemente approvata annullando il bando in corso per cui procederemo direttamente all’assegnazione sulla base della delibera approvata oggi, venerdì 21 novembre. Ribadiamo gli indirizzi regionali di cui siamo profondamente convinti e che intendiamo applicare senza sconti – a questo punto con il consenso di tutti i Parchi regionali – e salvaguardiamo la qualità e il lavoro del Parco regionale dei Colli di Bergamo su cui Regione Lombardia ha tanto investito anche negli ultimi due anni e intende con convinzione continuare a fare".

La delibera di indirizzo approvata dalla Giunta prevede infatti di escludere per il futuro dall’erogazione di ogni tipo di contributi regionali gli enti Parco che non rispettaranno gli scopi della legge istitutiva dei Parchi, dei propri statuti e dei disciplinari per l’utilizzo delle strutture di proprietà, ovvero la conservazione e valorizzazione ambientale oltre che la fruizione culturale e turistica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Santo Giuseppe Minetti

    Complimenti!
    Attendiamo ora il diniego del parco alle richieste prefettizzie di uso improprio della Cà Matta dal 2016 in poi….

  2. Scritto da pedro

    complimenti all’avvocato claudia maria terzi per l’ennesima bella figura, la coerenza e la capacità di ribaltare la realtà (ma non siamo tutti tonti, ed anche se oggi dice di essere soddisfatta, ci ricordiamo bene le sue dichiarazioni degli ultimi mesi a proposito del parco).