BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Brano troppo cristiano”: niente Adeste Fideles a scuola al concerto natalizio

A Casazza il dirigente scolastico ha chiesto alla banda parrocchiale di non far cantare “Adeste Fideles” ai bambini durante il concerto natalizio perché brano troppo legato alla religione cristiana e che potrebbe offendere i bambini di altre fedi.

L’insolita richiesta è arrivata direttamente dalla scuola e già si annunciano polemiche: al tradizionale concerto di Natale del 19 dicembre prossimo nella palestre dell’Istituto Comprensivo Statale di Casazza la banda parrocchiale del paese non potrà suonare Adeste Fideles perchè brano troppo legato alla religione cristiana e che potrebbe offendere i bambini di altre fedi.

Ogni anno il Corpo Parrocchiale Musicale di Casazza tiene un concerto natalizio per l’Istituto Comprensivo ma per quest’anno la banda aveva pensato a un progetto più ampio che potesse coinvolgere direttamente gli studenti della scuola primaria: così gli insegnanti Giuseppe Bonandrini e Viviana Giolo hanno optato per una rivisitazione dei “Musicanti di Brema” ribattezzati in “Musicanti di Casazza”, con l’obiettivo di portare i bambini a cantare durante il concerto e non rimanere spettatori passivi.

In chiusura di concerto il Corpo Parrocchiale Musicale di Casazza aveva pensato così di cantare “Adeste Fideles” tutti insieme ma, su questo particolare punto, la scuola ha voluto esprimere una propria preferenza: il dirigente scolastico ha chiesto che il brano venisse sostituito con un altro sempre a tema natalizio ma meno legato alla religione.

“E’ stato considerato ‘troppo cristiano’ – spiega Silvia Micheli, 28enne componente del Consiglio direttivo della banda – Ci è stato detto che, siccome Casazza è un paese multiculturale e a scuola ci sono bambini di diverse fedi, avrebbe potuto offendere le altre credenze. La richiesta ci ha lasciati un po’ sbigottiti perchè essendo una banda parrocchiale e dovendo eseguire un concerto tradizionale di Natale pensavamo di avere la possibilità di suonare qualcosa di tipico: essendo ospiti, però, abbiamo deciso, senza polemica alcuna, di accogliere l’invito e di virare su ‘Jingle bell rock’, meno connotato”.

Ma se la banda ha accettato senza problemi di variare il proprio programma, in paese qualcuno sta già storcendo il naso e la questione è stata posta all’attenzione anche della consigliera regionale della Lega Nord Silvana Santisi Saita che sul proprio profilo Facebook ufficiale ha commentato amareggiata: “Si avvicina il Natale. La scuola dovrebbe formare e integrare e invece dopo il Presepe adesso censurano anche la musica. In un paese della bergamasca la dirigente scolastica ha chiesto alla Banda, che ogni anno fa un concerto per la scuola, di non suonare Adeste Fideles!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Fabrizio Ammollo

    Quella canzone è espressione di una particolare religione e perciò divisiva. L’unico modo per non causare divisioni è tenere fuori dalla scuola pubblica tutto ciò che riguarda le religioni; e non tirate sempre fuori le cosiddette tradizioni, primo perchè tradizione non è necessariamentene sinonimo di cosa positiva e poi perchè ne abbiamo moltissime che vivono benissimo al di fuori di qualsiasi contesto religioso.

  2. Scritto da Valeria

    Natale è la nascita di Gesù non è una festa pagana alle elementari tutti abbiamo cantato le canzoni natalizie perchè toglierle? Ripeto sono le nostre radici. Un albero senza radici prima o poi cade.

    1. Scritto da Walter

      No, il natale era una festa di origine pagana (Sol Invictus degli antichi romani) e gesù non è neanche nato a dicembre. I re cristiani e i papi nella storia si sono appropriati di numerose festività altrui per evangelizzare le diverse culture che soggiogavano. Le nostre radici nascono dall’ellenismo greco e dal diritto romano, niente a che vedere con le religioni.

  3. Scritto da Nome Valeria

    Vogliono proprio toglierci le nostre radici cristiane e lasciare che altri prendano il posto del cristianesimo. Non va bene così.

  4. Scritto da Luca

    Già ieri, sull’Eco, giornale della Curia che avrebbe tutto l’interesse a cavalcare l’onda emotiva della notizia c’è una chiarissima smentita riguardo la ricostruzione dei fatti. Ne parlano la dirigente scolastica e il parroco. In un momento come questo invito senza polemiche la redazione a controllare meglio l’attendibilità di una notizia prima di pubblicarla o in ogni caso a pubblicare una smentita una volta accertata la verità. Il virgolettato del titolo a chi è attribuito?

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      La notizia, prima di essere pubblicata, è stata verificata. Abbiamo avuto tutte le conferme e la risposta della preside, che abbiamo pubblicato, https://www.bergamonews.it/cronaca/la-dirigente-di-casazza-mai-impedito-ladeste-fideles-e-la-religione-non-centra-210209 non smentisce la notizia.

  5. Scritto da A22

    Beh in effetti Natale e’ una festa troppo Cristiana….. Facciamola diventare la festa della coca cola, cosi’ piacera’ a tutti.

    1. Scritto da Autosole

      Il natale è una festa cristiana e va benissimo così , i musicanti di brema rappresentati in una scuola statale invece no, e va benissimo così. Vuoi metterci per forza di cose qualcosa di natalizio per i bambini ? E mi scegli l’adeste fidelis ? Ma va …..

  6. Scritto da Curius

    La simpatica consigliera regionale della Lega Nord Silvana Santisi Saita saprebbe dirci chi le avrebbe riportato questa cosa ed in quali termini ? Nel titolo dell’articolo c’è un virgolettato che sarebbe giusto chiarire.

  7. Scritto da Mala Tempora

    E’ di moda , basta buttarla lì , poi arrivano le smentite provate ma basta aver fatto il titolo . Conoscevo uno che usava questi sistemi ……

  8. Scritto da mario59

    Ennesima conferma che le religioni tutte, non uniscono ma dividono i popoli, portandoli ad odiarsi per qualcosa che molto probabilmente non esiste nemmeno.
    Adesso i bravi cristiani con la smania di dimostrare ancora una volta che sono superiori, si inventano anche quella di rinunciare a una innocua canzone per paura di offendere qualcuno di altra fede, che oltre tutto non ha neppure avanzato nessuna richiesta in merito.
    Finchè esisteranno le religioni, purtroppo ci saranno delle guerre

    1. Scritto da Dimitri

      Nn dire cazzate

      1. Scritto da Du Maroni

        Tu conosci un po, , anche solo un po’ la storia ? Evidentemente no. Diversamente sapresti che le sofferenze che l’umanità ha patito a causa delle religioni sono semplicemente enormi. Tu mi dirai che han fatto delle cose buone , ma certo, tutte, persino quelle degli altri ! In compenso in loro nome sono state commesse atrocità mostruose. Non ne posso più di quelli che dicono “non dire cazzate” a chi la pensa diversamente e non sanno nemmeno come si chiamano.

        1. Scritto da pierpaolo.rossini@gmail.com

          Finiamola di dire che le religioni sono causa di guerre! Diciamo piuttosto che tante, troppe volte le guerre in Occidente e non solo sono state giustificate con motivazioni religiose per coprire qualcos’altro… Per quanto riguarda noi cristiani tutto è iniziato con l’annuncio angelico che dava la buona notizia ai pastori: “Gloria a Dio in cielo e sulla terra pace, per gli uomini, benevolenza”.

  9. Scritto da ele

    ma….. avete presente cos e’ “adeste fideles” xd. Non mi sembra una canzone adatta per un progetto musicale con dei bambini, indipendentemente dalla religione che hanno. ci sono moltissime canzoni meno impegnative e gorgheggiate. Poi penso che a Dio anche se cantassimo le tagliatelle di nonna pina con amore e gioia da buon padre gli andrebbe bene lo stesso e anzi si farebbe una risata. Comunque la religione mi pare una scusa per polemizzare su altro sinceramente.

  10. Scritto da Miles Teg

    Se la scuola in Italia fosse veramente laica (come dovrebbe essere), il problema non si porrebbe neanche…

    1. Scritto da Beppe

      cioè una scuola laica cosa dovrebbe fare ?
      dire che il Natale è la festa della Coca Cola ?
      e la scuola laica la festa dell’Immacolata cosa fa ?

      1. Scritto da Miles Teg

        In una scuola laica non vedo perchè si dovrebbe parlare del Natale, se ne parli in famiglia.
        L’immacolata concezione come festività nazionale si può abolire oppure rinominarla festa della montagna o della neve o come le pare…

  11. Scritto da cristiano....opzionale

    Dato che qualcuno potrebbe offendersi……togliamo le festivita’ cristiane: domeniche, Natale, Pasqua, Santo patrono ecc…..cioe’ quasi tutte……ma perche’ nessuno lo dice…..quanta ipocrisia perbenista….

    1. Scritto da pedro

      Dov’è il problema? Basta sostituire le ricorrenze religiose con altre ricorrenze… Mai sentito parlare del 25 aprile, del 1 maggio, del 4 novembre, del 2 giugno… E chissà quanti altri eventi importanti, legati alla storia del nostro paese, si potrebbero ricordare, invece di titillarsi con la nascita del bambinello nella grotta, l’arrivo dei magi, la resurrezione di gesù, l’ascensione, l’immacolata concezione, ecc. A lei sembrererà impossibile, ma esiste l’eventualità di uno stato laico.

      1. Scritto da mah.......

        La laicita’ e’ una forma di religione non religiosa……quindi mi spiace….. ma certo che si puo’sostituire tutto……iniziate……poi si vedra’…..ci sono tanti eventi nella storia come dice lei…..anche gli eventi cristiani sono storia …..ma ai difensori di uno stato ‘laico’ non va bene……chissa’ perche’?….
        Posso consigliarle di leggere qualcoso di Raimon Panikkar…..

        1. Scritto da Sam

          Posso consigliarle di mettere meno puntini ? Se si toglie il peso di tale oneroso compito magari ha tempo di rileggersi la prima frase e comprendere di che castronaggine cosmica si tratta. Mi dia a trà.

          1. Scritto da mah.....

            Il problema non sono i puntini….ma la logica….ripeto si legga il grande umanista Raimondo Panikkar. ….poi possiamo discutere in modo serio….altrimenti….i puntini rimangono …

        2. Scritto da Boh .....

          Abbiamo già dato ed abbiamo altro da fare, se lo legga lei

  12. Scritto da Francesco Rampinelli

    Il problema non è la boldrinianissima dirigente, ma il direttore della banda che ha acconsentito a recedere. Su, animo! in questi tempi procellosi non c’è spazio per gli ignavi, non si possono subire così le prepotenze degli zelanti giacobini di stato! Suonateglielo all’improvviso, Adeste Fideles, con un bel finale di tromboni e basso tuba all’indirizzo di tutto questo finto e malinteso “rispetto umano”, troppo, troppo umano.

    1. Scritto da Tranquillo

      Adesso sia cortese, ci spieghi che c’entra l’adeste fideles , con un’attività scolastica imperniata sulla falsariga dei musicanti di brema . Se non conosce il racconto guardi su internet , è un attimo.
      Sono curioso.

      1. Scritto da Adele

        D’accordo, però l’articolo parla di un concerto natalizio. Non è poi così fuori luogo…..

      2. Scritto da Tranquillissima

        Osservazione scontata ma, piuttosto, sia cortese lei… mi dica cosa c’entra Jingle Bell Rock ( brano che sostituisce Adeste Fideles ) con i musicanti di Brema…
        Tra due brani che nulla hanno a che fare con lo spettacolo se proprio devo sceglierne uno a termine spettacolo per augurare buon natale ne scelgo uno della tradizione italiana!

        1. Scritto da Tranquilla

          Beh, in effetti in una graduatoria di adeguatezza ad una situazione scolastica di bambini viene senz’altro prima del de profundis.Quindi stia pure tranquillissima.
          Per inciso, il canto è della tradizione irlandese. Non si offende se do ragione alla dirigente scolastica? A ciò che ha detto “veramente” la dirigente scolastica perchè il resto è la solita bufala di propaganda politica. Sul tema c’è persino un articolo sull’Eco che fa giustizia di questa pagliacciata.

  13. Scritto da stefanino

    Ma, nel frattempo, i “bambini di altre fedi” non potrebbero fare altre attivita’?

    1. Scritto da Boh !?

      E perchè mai ? Su un tema scolastico basato sui “musicanti di Brema” ? Ma di cosa parliamo ? Il problema è capire cosa c’entra l’adeste fidelis coi musicanti di brema . Veri e propri misteri della fede. Spero che qualcuno non scriva ai giornali perchè qualche dirigente scolastica ha storto il naso nel far accompagnare “tu scendi dalle stelle” alla scena della scalinata della corazzata Potëmkin. Roba da chiodi.

  14. Scritto da Alleluja

    Brano tratto dai Musicanti di Brema: “Allora il brigante tornò dal suo capo correndo a più non posso e disse: “Ah, in casa c’è un’orribile strega che mi ha soffiato addosso e mi ha graffiato la faccia con le sue unghiacce e sulla porta c’è un uomo con un coltello che mi ha ferito alla gamba; e nel cortile c’è un mostro nero che mi si è scagliato contro con una mazza di legno”. Che parole di pace e fratellanza. La banda non dovrebbe esibirsi. Il Natale è ben altro!!!

  15. Scritto da giggi

    pensare che dei bambini alla vista di un presepe corrano dalla mamma a piangere offesi fa un po’ ridere. oltre che a conoscere cosa vuol dire adeste fidelis: sanno il latino?

  16. Scritto da un pagano

    …e quella volta che avete rubato il Natale a noi pagani? Era cosi’ bella la nostra celebrazione del Sole…mica sto carosello consumistico che avete creato voi cristiani…..

    1. Scritto da Sére

      Quella volta lì, foste voi pagani a farvi turlupinare (sta a dire: a farvi fottere); ‘sta volta i cristiani non dovrebbero ripetere lo sbaglio. Saluti & baci.

  17. Scritto da Maria Antonia Savio

    Buongiorno. Sono la Dirigente scolastica di Casazza. Smentisco assolutamente quanto dichiarato in questo articolo.
    Il contenuto della notizia è tendenzioso.
    Le dichiarazioni non sono assolutamente corrispondenti ai fatti. Cordiali saluti. Maria Antonia Savio

    1. Scritto da + verande x tutti

      Prendo atto della smentita e la ringrazio. Però manca del tutto la sua versione; in tal modo resta il dubbio che le cose siano proprio come descritte nell’articolo, o quasi. Confido che le sue dichiarazioni vengano riportate in modo esatto ed integralmente, in modo da poterci fare un’opinione sempre più esatta sulla realtà dei fatti.

      1. Scritto da Giulio

        Lei lo ha fatto , mancano all’appello le tue scuse ed un commentino su chi ha messo in giro questa cosa

      2. Scritto da Pippo

        A questo punto la sua ampia versione l’ha data e con fermezza , adesso perchè non chiedi alla Saita dove ha preso la sua ? Dai che ci divertiamo

    2. Scritto da Libero

      Lo speriamo vivamente, tuttavia o l’estensore dell’articolo non sa quello che scrive, oppure la Banda Parrocchiale si è inventata tutto, le sembra possibile? In definitiva, Adeste Fideles si suona o no? e se no, perchè?

      1. Scritto da Rino

        Immagino di no, per il semplice motivo che con i musicanti di brema (casazza) non c’entra una mazza .
        Per altro le ipotesi non sono solo 2 , c’è n’è una terza , che a qualcuno non stesse bene che non si suonasse l’adeste fideles pur in un contesto che non c’entrava nulla, ma proprio nulla. Pare che di questi tempi non sia ammesso

  18. Scritto da Sére

    Aggiungo che quando ho avuto occasione di soggiornare in un Paese diverso dal nostro, per me è stato stimolante conoscere l’autentico modo di vivere della gente dove ero ospitato. Tra gli altri, il sentire il muezzin in Africa, a volte mi disturbava, ma non mi ha mai minimamente offeso. Alla stessa maniera del vedere le mezzelune in cima ai minareti o le sciure coperte col velo. LE SCELTE OPERATE IN ALCUNE SCUOLE, MI PAIONO PIU’ SCUSE DI IMBELLI DIRIGENTI, CHE VERE ESIGENZE DEGLI IMMIGRATI

  19. Scritto da + verande x tutti

    Ho chiesto direttamente al parroco di Casazza di demolire la sua chiesa in quanto troppo cristiana e potrebbe offendere qualcuno. Ho chiesto a Michelangelo di sbriciolare le varie “pietà” che ha scolpito in quanto urtano la sensibilità degli invasori. Ho appena scritto una email al sindaco di Rio de Janeiro perchè abbatta la statua di Cristo Redentore che sovrasta la città. Faremo solo rotonde in quanto gli incroci verranno aboliti perchè ricordano un simbolo cristiano.

    1. Scritto da Alà Barlafüs

      Leggiti un articolo sul tema pubblicato oggi sul più noto quotidiano locale , così ti eviti di continuare a dire stupidaggini.
      Vabbè che anche sapendo che sono bufale tu andresti avanti lo stesso. A te piace così……

    2. Scritto da la mamma

      Ok, adesso però spegni il computer e vieni a tavola che è pronto!!

  20. Scritto da stefania

    DELIRIO DI ONNIPOTENZA!!!

  21. Scritto da claudio

    Non sono gli islamici il problema, ma il comportamento di certe persone come i sedicenti insegnanti di Casazza. Naturalmente riceveranno il plauso dei soliti democratici e benpensanti a senso unico.

    1. Scritto da Come No

      Il problema sono i boccaloni alla claudio che pontificano e definiscono “sedicenti” gli insegnanti di Casazza non sapendo neppure come sono andate le cose. Forse i “sedicenti” insegnanti essendo insegnanti senza “sedicenti” hanno quel tanto di cultura in più del nostro sedicente claudio che consente loro di far bene il loro lavoro.

    2. Scritto da Giggi

      Guarda che essere “democratici” e bene e giusto, se capisci il signficato

      1. Scritto da + verande x tutti

        Guarda che intende “democratici” come il partito che non ci va votare, che sostiene governi mai eletti da nessuno, democratico come la germania est e come quelli che se non la pensi democraticamente ti menano. Ormai, caro giggggi, il significato odierno di democratico è questo. A causa vostra, s’intende.

        1. Scritto da Luciano

          Ok, io mi colloco a sinistra e quindi tra i “democratici”. Vorrei delucidarla su qualcosina: I governi non eletti succedutisi negli ultimi anni si sono insediati con il beneplacit delle destre (memoria corta); Ringrazio il cielo che il muro di Berlino sia caduto 26 anni fa (è rimasto un po indietro?); Non ho mai, e nemmeno ci penso per il futuro, di menare qualcuno perché ha una visione politica diversa dalla mia (sono democratico, non scemo). Le consiglio di rilassarsi, buona serata.

  22. Scritto da cervello

    la notizia si commenta da se…poveri Noi…

    1. Scritto da Eh sì , cervello

      Bisogna vedere se la notizia è vera e dalle smentite parrebbe proprio di no.

  23. Scritto da Claudio

    A Natale si ricorda la nascita di Cristo. Se si vuole festeggiare si festeggia questo, altrimenti si lasci perdere.

  24. Scritto da stefano

    (2) Sicuramente fa il gioco di chi vuole ingaggiare una “guerra santa”, da entrambe le parti del fronte. Ma perché invece di cercare disperatamente quello che ci divide (sempre che la musica possa dividere), non cerchiamo qualcosa su cui si va d’accordo?

  25. Scritto da stefano

    e provare tutti quanti a tenere i toni un po’ più bassi??? tra chi ha fatto la richiesta, chi l’ha resa pubblica e chi adesso la cavalca, nessuno si chiede che senso abbia inasprire i toni? promuovere il senso di “sottomissione” alla Houellebecq, adesso, a chi può giovare? siete cristiani, è natale, vogliate bene….e basta

    1. Scritto da Sére

      Caro Stefano, disquisire sulla differenza “tra chi ha fatto la richiesta e chi l’ha resa pubblica” è uno scrupolo perbenista, di chi vuol sempre nascondere i panni sporchi. Da lavarsi rigorosamente in famiglia. Il chiedere una scempiaggine è gesto ignorante e basta. Rendere il fatto di pubblica conoscenza, ha valore polemico ma non solo. Insieme al fastidio di prima istanza, magari ne nascono interessanti riflessioni personali e collettive.

      1. Scritto da Lauro

        Pare che la “scempiaggine” non sia mai stata chiesta , è un po diverso , no ? Io direi che cambia tutto, pesantemente.

  26. Scritto da il polemico

    abolire le feste natalizie in quanto troppo cristiane…………a quando questo provvedimento?cantare un brano natalizio non troppo legato al cristianesimo?,uno straniero che vive in italia deve sconvolgere le abitudini d,e vedere italiani stipendiati da italiani che appoggiano queste trovate….

    1. Scritto da mah

      caro polemico la soluzione é (non sarebbe) abolire la famigerata legge basaglia.