BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Albino, alcune parrocchie aprono le porte ai profughi Rivolta del centrodestra

Nonostante l'amministrazione non abbia sottoscritto il protocollo della prefettura, i parroci sembrano voler accogliere l'invito della Diocesi ad aprire le porte a piccoli gruppi di profughi.

Rivolta di Lega Nord e Forza Italia ad Albino contro l’eventuale accoglienza di alcuni richiedenti asilo da parte delle parrocchie di Fiobbio e Abbazia. Nonostante l’amministrazione non abbia sottoscritto il protocollo della prefettura (leggi qui), i parroci sembrano voler accogliere l’invito della Diocesi ad aprire le porte a piccoli gruppi di profughi. Nel caso di Albino si parla di quattro persone. “Ci stiamo orientando ad offrire alla Caritas per l’accoglienza di quattro giovani profughi l’ex appartamento delle suore – si legge nella comunicazione della parrocchia -. Ma sono molti gli aspetti da valutare con cura. Ne riparleremo dopo aver fatto tutti gli accertamenti necessari e dopo aver ascoltato l’opinione della comunità”.

La decisione quindi non è già stata presa, ma il centrodestra ha già promesso battaglia. “Ad Albino le parrocchie della Valle pensano di ospitare nei loro locali dei profughi – scrive Davide Zanga, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale -. Personalmente sono molto contrariato, soprattutto dopo i fatti avvenuti a Parigi dove risulterebbe un presunto profugo tra gli attentatori. Non sono razzista, non sono xenofobo, sono cattolico. Ma sono anche contrario allo sfruttamento dell’immigrazione per far mangiare cooperative. Quanti albinesi sono in difficoltà e non hanno nessuna risposta né dalle istituzioni, né dalle parrocchie?”

Sulla stessa lunghezza d’onda il commento di Manuel Piccinini, consigliere comunale della Lega Nord: “Nella nostra città le parrocchie Abbazia e Fiobbio – ottemperando la direttiva del Vescovo – sulla possibilità di accogliere "profughi" . E’ una scelta che deve fare riflettere, una scelta irresponsabile e che non tiene da conto del territorio e del parere dei cittadini. Facciamogli cambiare idea”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da boomerang

    di solito le leghioti e company dicono ai preti che se proprio vogliono gli immigrati inizino ad accoglierli nelle loro strutture….Eccoli accontentati! Di cosa si lamentano adesso?

  2. Scritto da Davide

    Si professano cristiani per raccattare voti ma dovrebbero ripassare il Vangelo. Non c’è un passo che dice ero forestiero e non mi avete ospitato, ero affamato e non mi avete dato mangiare, ero nudo e non mi avete vestito… quello che avete fatto a loro l’avete fatto a Me?! Vergogna.

  3. Scritto da luigi

    ma zanga e company hanno vinto le elezioni proprio grazie alle parrocchie (sopratutto quella di Vallalta)

  4. Scritto da XXX

    Vorrei segnalare che anche nella vicina parrocchia di Nembro esistono spazzi per ospitare almeno 4/5 migranti profughi(vedi santuario dello Zuccarello etc)spero che anche tale parrocchia,prenda in considerazione di far ciò.

  5. Scritto da paolo

    “centrodestra notoriamente cattolico”? SOLO A PAROLE. Dalle loro scelte politiche NO! spero almeno nella loro vita.

  6. Scritto da carlo

    Ha ragione la Lega: ognuno è padrone a casa sua! Quindi un prete può ospitare a casa sua tre o quattro profughi senza chiedere il permesso ai segretari di partito. In Italia non è ancora ritornato il fascismo. Per il momento. Purtroppo le inadempienze e la corruzione dei nostri governanti potrebbe facilitare questo ritorno.

    1. Scritto da superficialità

      ” In Italia non è ancora ritornato il fascismo. Per il momento. ” … abbiamo il comunismo, pol pot più avanti

      1. Scritto da Ernesto

        sei tu che sei superficiale e ignorante…. il comunismo a cui accenni tu faceva vittime e prigionieri politici… oggi in italia si può dire e fare di tutto che resti impunito…. un bel tacer a volte….

  7. Scritto da TT

    Meglio facevano se stavano zitti! Magra figura,fatta quella dal”sig”Zanga e c,chi amministra Albino ora? Loro,pertanto invece di parlare,risolvano i probblemi degli Albinesi in difficoltà!

  8. Scritto da servillo vincenzo

    Sig. Zanga, si ricorda che ci sono albinesi in difficoltà solo ora che dovrebbero arrivare 4 immigrati? E finora cosa ha fatto lei per aiutare i suoi concittadini bisognosi? Si dichiara cattolico e poi polemizza con i sacerdoti che finalmente vogliono praticare l’autentico messaggio evengelico? Cosa si fa per qualche voto in più!

  9. Scritto da ste

    Al Sig. Zanga: Lei rappresenta una di quelle istituzioni che non danno risposte in tal senso.
    Al Sig. Piccinini: legga meglio il comunicato (“Ne riparleremo dopo aver fatto tutti gli accertamenti necessari e dopo aver ascoltato l’opinione della comunità”) perché, se qualcuno deve riflettere, fare scelte responsabili tenendo conto del territorio e del parere dei cittadini, a quanto pare questo è lei

  10. Scritto da LM

    razzisti, LEGGETE IL VANGELO

    1. Scritto da pippo

      Leggiamo il vangelo, finché saremmo liberi di poterlo fare

  11. Scritto da Bensta

    Ma questi politici oltre a blaterare riescono a fare proposte e/o norme che veramente aiutino i cittadini? ma lo sanno quanto le Caritas parrocchiali e/o provinciali fanno per TUTTI i poveri che loro manco conoscono??? ma tacciano una buona volta e facciano qualcosa di concreto per i cittadini che dicono di rappresentare!!! E’ vero dobbiamo riflettere … su come mandarli a casa ilpiù presto possibile

  12. Scritto da mario gualeni

    questi amministratori dovrebbero ringraziare le Parrocchie e i loro Parroci per l’opera che svolgono a tutti i livelli sopperendo alle loro mancanze e incapacità. Abbiano almeno il coraggio di rispettare la libera scelta della Chiesa che apre le porte a chi chiede aiuto.

    1. Scritto da La verità fa male

      Le Parrocchie suppliscono non solo alle carenze dei sindaci, vittime dei tagli dei finanziamenti statali, ma anche alle carenze e alle omissioni gravissime dello Stato e dei governi centrali che da decenni, nonostante riscuotono milioni di euro di tasse, delegano i servizi “scomodi” alla Caritas, alle associazioni di volontariato, alla Chiesa, ai CAF. Nell’amministrazione pubblica sono presenti troppi scalda poltrone incapaci (ma strapagati) soprattutto a livello dirigenziale

      1. Scritto da aggiuntina ...

        “Nell’amministrazione pubblica sono presenti troppi scalda poltrone incapaci (ma strapagati) soprattutto a livello dirigenziale”… aggiungerei alla categoria scalda poltrone anche i sindacalisti

      2. Scritto da ste

        Solitamente non concordo con i tuoi commenti, ma devo dire che in questo caso c’hai azzeccato.

      3. Scritto da occhei

        posto che la situazione sia quella che rappresenti tu, che sia la mancanza del sindaco, del prefetto, della regione, del ministero o del parlamento… la notizia che sconvolge il centro-destra, schieramento notoriamente cattolico, è che la chiesa accolga i bisognosi…

  13. Scritto da giggi

    destra italiana razzista, xenofoba per niente cattolica caro tale zanga.