BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Milano, morto di meningite ballerino di locali: clienti bergamaschi in allarme

E' caccia aperta anche sui social network ai clienti di alcuni locali pubblici milanesi frequentati da un ballerino hip-hop stroncato a 23 anni da una meningite fulminante.

Allarme anche tra i bergamaschi. E’ caccia aperta sui social network ai clienti di alcuni locali milanesi frequentati da un ballerino hip-hop stroncato a 23 anni da una meningite fulminante.

Alla notizia del decesso del ragazzo, molti amici si sono presentati volontariamente negli uffici della Asl per sottoporsi alla profilassi farmacologica, ma l’azienda sanitaria ha necessità di individuare tutti gli avventori di alcuni bar e discoteche della città dove il 23enne ha trascorso le sue ultime ore.

Così l’avviso della ricerca aperta è stato diffuso sulle pagine social dei locali, in cui si invita anche alla calma.

Nella sede del Dipartimento di Prevenzione della Asl, in via Statuto 5 a Milano, è stata subito attivata una task force di sanitari che fornisce informazioni anche telefonicamente (0285786865 – 0285788455 – 0285783838 – cell. 3311722018) e via email (malinfstatuto@asl.milano.it).

L’Asl ha anche avviato le attività di sorveglianza e profilassi con antibiotico delle persone che sono venute a stretto contatto (ambiente di lavoro, amicizie, luoghi di svago, ecc.) con il malato nei 10 giorni precedenti l’inizio della malattia.

In particolare, poi, si cercano via Facebook i clienti delle discoteche Amnesia e Karma, che hanno partecipato, rispettivamente, alle serate di venerdì 13 novembre e domenica 15, e del bar Patchouli Cafè di corso Lodi presenti nei giorni mercoledì 11, venerdì 13, sabato 14 e lunedì 16 novembre. Allertati anche i medici di Medicina generale e i pediatri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.