BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Italcementi, al Ministero il primo incontro tra società e sindacati

Per la vertenza Italcementi, giovedì 19 novembre a Roma, è stato il giorno dell'incontro sulla gestione degli ammortizzatori sociali: la Direzione del Gruppo, le organizzazioni sindacali, il Coordinamento delle RSU hanno incontrato i rappresentanti del Ministero del Lavoro e del Ministero dello Sviluppo Economico.

Per la vertenza Italcementi, giovedì 19 novembre a Roma, è stato il giorno dell’incontro sulla gestione degli ammortizzatori sociali: la Direzione del Gruppo, le organizzazioni sindacali, il Coordinamento delle RSU hanno incontrato i rappresentanti del Ministero del Lavoro e del Ministero dello Sviluppo Economico.

Dopo una disamina della complessa situazione occupazionale da parte dell’azienda, il Ministero del Lavoro ha chiarito, in nome e per conto del Governo, l’applicazione delle nuove norme in vigore con il Jobs Act.

Il Governo ha chiarito che non esistono ammortizzatori sociali preventivi, ha precisato che non vi sono le condizioni per utilizzare l’art. 42 (mancherebbero i decreti attuativi e le coperture finanziarie, ma non per questo si potrà utilizzare in futuro) e ha chiesto in modo esplicito alla Direzione di Italcementi di formulare un programma di investimenti per i prossimi anni, propedeutico all’applicazione degli ammortizzatori. 

"All’esito dell’incontro di oggi presso il Ministero del Lavoro, è emerso un quadro più chiaro rispetto ai nuovi provvedimenti normativi collegati al Jobs Act – si legge in una nota diramata in serata dalla società -. Saranno necessari ulteriori verifiche e approfondimenti in sede di confronto con i sindacati e con i ministeri coinvolti. Emerge tuttavia fin da subito la possibilità di realizzare gli interventi di carattere industriale e organizzativo che l’azienda si è proposta ricorrendo a una copertura di ammortizzatori sociali più contenuta rispetto alle previsioni iniziali, con particolare riferimento alle strutture centrali di Bergamo. Su richiesta del ministero, l’azienda ha confermato il proprio piano di investimenti per il 2016".

Le parti hanno definito che il prossimo incontro si terrà in sede ministeriale il giorno 3 dicembre. La direzione di Italcementi e il Coordinamento nazionale delle RSU hanno individuato il prossimo incontro in sede sindacale per il giorno 25 novembre alle 10 a Roma per definire i nuovi investimenti nei vari siti e i programmi produttivi.

"Se non dovessero emergere sostanziali novità nel prossimo incontro, il Coordinamento Nazionale RSU proclamerà giornate di sciopero con diverse iniziative a sostegno della trattativa – affermano i sindacati -. Le Segreterie Nazionali invitano le strutture e le RSU a svolgere le assemblee nei luoghi di lavoro per informare i Lavoratori sulla complessa e articolata situazione venutasi a creare e a sensibilizzare i parlamentari eletti nei vari collegi perché la vertenza non riguarda solo ambiti sindacali ma riguarda anche ambiti sociali consistenti".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.