BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tentò di uccidere buttafuori con un’ascia: 60enne condannato

Al culmine di una notte di follia, aveva cercato di uccidere un buttafuori con un'ascia a Urgnano. Per questo motivo B.S.M, un 61enne pregiudicato di Castrezzato (Brescia), è stato condannato a tre anni di reclusione in abbreviato per tentato omicidio.

Al culmine di una notte di follia, aveva cercato di uccidere un buttafuori con un’ascia a Urgnano. Per questo motivo B.S.M, un 61enne pregiudicato di Castrezzato (Brescia), è stato condannato a tre anni di reclusione in abbreviato per tentato omicidio.

L’episodio risale a sabato 12 luglio 2014. All’esterno del locale “Papeete Cafè” di via Alberti, il bresciano era stato arrestato dai carabinieri in flagranza di tentato omicidio.

La situazione era degenerata intorno alle 2 quando l’uomo, già visibilmente ubriaco, aveva insistito per offrire un drink a una ragazza immagine del locale. Ma la giovane aveva declinato più volte l’invito, fino ad andarsene.

A quel punto il pregiudicato si era innervosito e si era rifiutato di pagare l’ordinazione per la ragazza. L’aria si era surriscaldata e così il responsabile della sicurezza, un 39enne, lo aveva accompagnato fuori e l’aveva convinto ad andarsene.

Deciso a farsi giustizia da solo, l’uomo era però tornato al Papeete, che nel frattempo aveva chiuso, armato di una grossa ascia da boscaiolo con la quale aveva cercato di colpire alle spalle il buttafuori che lo aveva cacciato: il colpo, fortunatamente, era andato a vuoto grazie al riflesso del dipendente e aveva colpito, frantumandola, una fioriera.

L’aggressore era stato poi disarmato con l’intervento degli altri addetti alla sicurezza che lo avevano bloccato.

I carabinieri di Urgnano, giunti sul posto, dopo aver svegliato l’uomo che si era addormentato in strada, avevano sequestrato l’arma e il vaso, portando poi il 61enne nel carcere di Bergamo.

Martedì 17 novembre il 61enne bresciano, pregiudicato per vari reati contro il patrimonio e per violenza sessuale, è stato condannato a 3 anni di reclusione per tentato omicidio. Il gup Bianca Maria Bianchi lo ha giudicato con l’abbreviato (con lo sconto di un terzo della pena).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.