BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Festival del pastoralismo, settimana di eventi tra assaggi e tradizioni

Questa settimana il Festival del pastoralismo a Bergamo propone ben cinque eventi. Oltre a quelli del fine settimana alla Porta Sant'Agostino si aggiungono due iniziative al giovedì alla Cittadella.

Questa settimana il Festival del pastoralismo a Bergamo propone ben cinque eventi. Oltre a quelli del fine settimana alla Porta Sant’Agostino si aggiungono due iniziative al giovedì alla Cittadella.

Giovedì 19 novembre dalle 19 in piazza Mascheroni (Bergamo Alta) si tiene "Street food del pastore – Assaggio di storia e dei pascoli orobici", occasioni per conoscere la carne della pecora bergamasca. Sarà possibile gustare: sguasset di pecora bergamasca, polenta di mais antichi bergamaschi, formaggi delle Valli bergamasche e bere calici di vino Valcalepio (Dop bergamasca).

La transumanza legata alla razza ovina Gigante Bergamasca, rappresenta una tra le tradizioni bergamasche più antiche. Un tempo allevata per la lana, oggi fornisce carni di particolare qualità. Dal pregiato "castrato" alla stessa pecora, la cui preparazione in umido riserva gradite sorprese al palato.

A fare da colonna sonora della serata sarà la musica delle cornamuse bergamasche del Brembaghèt. Sempre giovedì 19 novembre, nel pomeriggio, dalle 17.30 alle 19 nell’aula didattica del museo di scienze naturali si tiene "Suoni in canna naturale", laboratorio per adulti e bambini con Giovanni Mocchi. Sarà possibile cimentarsi nella costruzione di fruste, tamburi, flauti e corni e prendere parte a un concerto collettivo.

Sabato 21 novembre, invece, è in calendario un doppio appuntamento alla sala Porta di Sant’Agostino, in viale delle Mura (Città Alta). Il primo, intitolato "Suoni e sapori di Santi e pastori", è alle 15 ed è dedicato alle tradizioni della media Valcamonica. Sarà possibile effettuare una visita guidata agli attrezzi caseari in mostra; vedere un filmato sulla vita in malga; assaggiare prodotti della malga; e ascoltare un saggio di sonorità del corno di san Glisente, a cura dell’architetto Pietro Castelnovi – Museo civico "Il Balarol" di Berzo inferiore.

Il secondo è alle 18 e offre l’opportunità di conoscere la storia e la leggenda del formaggio bitto storico. Intitolato "Gli alpeggi della Valgerola" , propone una conversazione con Cirillo Ruffoni (storico locale).

Al termine aperitivo con assaggio di bitto storico presidio Slow Food. Infine, domenica 22 novembre il pomeriggio sarà dedicato ai formaggi della capra orobica, raccontati da chi l’alleva e la conserva. Alle 17.30 alla sala Porta Sant’Agostino si tiene "Capre orobiche sul Legnone", incontro con Giuseppe Giovannoni, casaro e capraio. Sarà possibile vedere un video sulle capre del Legnone, assaggiare formaggi e ascoltare sorprese musicali. Per avere ulteriori informazioni e per prenotarsi telefonare ali numeri 328.2162812 oppure 328.4819895.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.