BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Blitz all’alba a Parigi nel quartiere Saint Denis: terroristi accerchiati

Alle 4.30 della mattina di mercoledì 18 novembre un blitz è avvenuto al quartiere di saint Denis: spari, feriti, forse morti. Si tratta di un blitz anti terrorismo delle forze dell'ordine in una delle zone teatro degli attentati di venerdì scorso.

Più informazioni su

Alle 4.30 della mattina di mercoledì 18 novembre un blitz è avvenuto al quartiere di Saint Denis a Parigi: spari, feriti, forse morti. Si parla di un passante rimasto vittima degli spari, ma non ci sono certezze. 

E va confermata anche la notizia che una donna kamikaze si sia fatta esplodere. 

Si tratta di un blitz anti terrorismo delle forze dell’ordine in una delle zone teatro degli attentati di venerdì scorso. Alle 7 è arrivato anche l’esercito: siamo a meno di un chilometro dallo Stade de France che i terroristi avevano pianificato di attaccare il 13 novembre. 

L’operazione, secondo i media locali, sarebbe finalizzata all’arresto del nono terrorista, quello che è considerato la mente degli attacchi e delle stragi di venerdì, Abdelhamid Abaaoud, asserragliato in un appartamento. 

Testimoni parlano di almeno 15 minuti di spari, seguiti da una forte esplosione.

Sembra che tre agenti siano rimasti feriti.

Dall’area sotto assedio da parte delle forze speciali uno o due terroristi sarebbero riusciti a fuggire: le autorità continuano ad invitare la popolazione a rimanere barricata in casa, le scuole sono state chiuse. 

Cinque persone coinvolte nell’organizzazione e nella logistica degli attentati sarebbero state arrestate: tra queste ci sarebbe anche Abaaoud.

La situazione continua a rimanere tesissima: per le strade non può scendere nessuno, la polizia ha l’ordine di sparare. 

Intanto si susseguono informazioni anche su voli deviati di Air France: nella notte due suoi voli partiti dagli Stati Uniti sono stati fatti atterrare per  "minacce anonime poco dopo il decollo. Come misura preventiva e per rendere possibili tutti i necessari controlli di sicurezza, Air France ha deciso di richiedere che gli aerei fossero fatti atterrare", spiega la compagnia. "Le autorità stanno ispezionando gli aerei, i passeggeri e i loro bagagli. Le indagini puntano ad accertare la fonte delle telefonate", aggiunge il vettore.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.