BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Seriate, lo sport al centro del piano Opere pubbliche Ma l’opposizione si ribella

Una proposta di legge collegata alla legge di Stabilità potrebbe sbloccare 8 milioni di euro per il piano Opere pubbliche di Seriate: l'amministrazione intende utilizzarne buona parte per riqualificare gli impianti sportivi ma Pd, Movimento 5 Stelle e Albatro si ribellano in Consiglio comunale.

Un ordine del giorno talmente ricco – ben 19 punti – quello di lunedì 16 novembre a Seriate che ha costretto il Consiglio a rinviare la discussione su interpellanze e mozioni – dal punto 12 in poi – a lunedì 23 settembre.

I lavori si sono così concentrati sul Piano delle opere pubbliche che l’Amministrazione Comunale di Seriate intende portare avanti per gli anni 2015, 2016 e 2017.

In virtù di una proposta di legge (ancora da ratificare), collegata alle legge di stabilità 2016 del Governo Renzi che permette alle Amministrazioni di finanziare opere attraverso l’avanzo di amministrazione, scansando i vincoli del Patto di Solidarietà, il Comune di Seriate potrebbe trovarsi in tasca tra i sette e gli otto milioni di euro da investire in un piano complessivo di opere pubbliche.

Soldi che l’amministrazione intende utilizzare per dotare la città di una nuova illuminazione a led, per sistemare la biblioteca, le strade e la caserma dei carabinieri, ma soprattutto per riqualificare il Centro Sportivo e gli altri campi da gioco del Comune.

Due milioni e mezzo, infatti, dovrebbero essere destinati alla risistemazione del Centro Sportivo Comunale, 450 mila euro al rinnovamento del campo di calcio in Via Garibaldi e ulteriori investimenti per il drenaggio del campo di Cassinone e per il rifacimento degli spogliatoi di quello di Comonte.

“Spero che il Governo sblocchi questi soldi, in modo tale da poter dare seguito a un ambizioso piano di opere pubbliche – ha sostenuto il Sindaco di Seriate Cristian Vezzoli – Investimenti per sette/otto milioni di euro comportano un grande sforzo per l’Amministrazione e i suoi uffici tecnici. La decisione di destinare una cifra cospicua allo sport è da intendersi come un investimento in educazione, aggregazione e maturazione delle giovani generazioni”.

“Potremmo finalmente realizzare i nostri sogni – ha aggiunto l’Assessore ai Lavori Pubblici, Achille Milesi – Vogliamo portare avanti le opere che stiamo progettando da anni, ma che il Patto di Stabilità ha sempre bloccato. Opere che renderanno Seriate una città più bella, più smart e più sicura”.

Più critiche le posizioni della minoranza consiliare, dal Partito Democratico al Movimento 5 Stelle e alla lista civica Albatro.

“Il piano delle opere pubbliche proposto dall’Amministrazione è parziale e riduttivo – commenta il capogruppo del PD Stefania Pellicano -. Manca di programmazione. Seriate deve mettere al centro le priorità della persona, creare aggregazione e senso di comunità. L’Amministrazione Comunale non ha aperto nessun tavolo extraconsiliare nel quale, attraverso un coinvolgimento di tutti i capogruppo presenti in Consiglio, poter discutere le finalità degli interventi proposti”.

Sulla stessa linea Alvaro D’Occhio, capogruppo del Movimento 5 Stelle: “Ci si concentra ora sui campi sportivi, perché per anni sono stati completamente privati d’attenzione. L’Amministrazione avrebbe dovuto discutere della questione non solo in Consiglio Comunale, ma anche in altri contesti, ascoltando le proposte degli altri capigruppo”.

Più polemico il commento di Damiano Amaglio, capogruppo della Lista Civica Albatro: “Quattro ore e mezza di Consiglio Comunale sul piano opere pubbliche, per buona parte delle quali si è discusso solamente di impianti sportivi, senza che una parola in merito fosse pronunciata dall’Assessore allo Sport. Che visione ha del futuro dello sport a Seriate? O non considera il Consiglio Comunale degno di ascoltarla, o non ce l’ha proprio una visione. E non so cosa sia peggio”.

Arnaldo Cobelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Paolo

    Ma scusate, duemilionicinquecentomila euro (5 miliardi delle vecchie lire) da spendere senza un progetto serio e condiviso con le società sportive che usufruiscono degli impianti e quasi tutto in manutenzioni e ristrutturazioni su impianti vecchi con costi di gestione altissimi. Tra qualche anno ci ritroviamo con il disastro attuale. E intanto si proroga all’attuale gestore che tutti sanno in difficoltà economica e che sta raschiando il fondo del barile e non spende nulla in manutenzioni serie

  2. Scritto da Lorella

    Parlo da mamma !…… che discorsi sono spendere tutto nello sport, non c’entrano i palestrati ma quello che conta è avere campi sportivi a norma per far poter divertire , allenare , giocare … Bambini ed adolescenti non rischiando di farsi male inciampando ad esempio nelle buche che ci sono nel campo…,CERCHIAMO DI APRIRE DI PIÙ LE NOSTRE MENTI !!!

  3. Scritto da Luciano

    Sarebbe abbastanza che sistemassero e cambiassero la gestione di quel cesso di piscina che si ritrovano, mal gestita e mal curata.

  4. Scritto da Giochiamo Tutti

    Anche qui a Seriate c’è la crisi e siamo al Verde. Invece qualcun altro in Camicia Verde spende quasi tutto nello sport. Ma conta di più lo sviluppo dei muscoli o affrontare i problemi sociali? Per i palestrati vale di più la prima opzione.