BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Trovate anomalie termiche in alcune piramidi in Egitto

In Egitto, alla piramide di Cheope, la più grande delle tre piramidi di Giza, sono state rinvenute delle anomalie termiche. Lo ha annunciato lunedì sera in una conferenza stampa davanti ai grandi monumenti Mamdouh el-Damaty.

Più informazioni su

A pochi giorni dalla presentazione del progetto Scan Pyramids sono stati annunciati già i primi impressionati risultati. In Egitto, alla piramide di Cheope, la più grande delle tre piramidi di Giza, sono state rinvenute delle anomalie termiche. Lo ha annunciato lunedì sera in una conferenza stampa davanti ai grandi monumenti Mamdouh el-Damaty, ministro delle Antichità dell’Egitto inisieme ad altri archeologi provenienti in tutto il mondo. Il progetto Scan Pyramids, finanziato dal governo egiziano e da varie Univeristà del mondo, utilizza le più avanzate tecniche di analisi non invasiva per scoprire i segreti nascosti nelle grandi piramidi e dimostrare che non è necessario fare scavi senza sapere dove e cosa cercare. Saranno analizzate le piramidi di Giza e la necropoli di Dahshur. Saranno utilizzati inoltre dei droni per ricostruire esattamente in tre dimensioni la topologia dei luoghi dove sorgono questi grandi patrimoni dell’Unesco.

L’anomalia è stata riscontrata nella facciata est della piramide di Cheope dopo che era stata effettuata una scansione termica durante tutta la giornata, dall’alba al tramonto. Altre anomalie termiche sono state individuate nella metà superiore della piramide che lasciano presagire delle tombe e segreti nascosti. Ma c’è chi pensa anche che si tratti di correnti d’aria interna o semplici vuoti tra le pietre di costruzione. Pochi giorni fa sono state scoperte anche delle anomalie nella tomba del re Tutankhamon. Il ministro ha inviato tutti gli egittologi che che condurranno studi specifici per sapere se si tratta veramente di anomalie, unendosi al progetto che terminerà alla fine del 2016.

Chiara Conti

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.