BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pro Universitate Bergomensi consegna a 8 studenti i prestiti d’onore

L'associazione Pro Universitate Bergomensi, con il patrocinio dell'Università di Bergamo e in collaborazione con Ubi Banca Popolare di Bergamo, ha consegnato lunedì 16 novembre otto prestiti d'onore agli studenti più meritevoli dell'ateneo orobico.

Più informazioni su

L’associazione Pro Universitate Bergomensi, con il patrocinio dell’Università di Bergamo e in collaborazione con Ubi Banca Popolare di Bergamo, ha consegnato lunedì 16 novembre otto prestiti d’onore agli studenti più meritevoli dell’ateneo orobico. Nella sede di Confindustria Bergamo sono stati assegnati i prestiti d’onore a Marica Azzola e Valeria Melocchi della facoltà di Giurisprudenza; Andrea Finazzi, Federica Parma, Elisa Pecis, Denis Rota e Stefano Valsecchi della Facoltà di Economia aziendale, e ad Eleonora Lagoverde della facoltà di scienze psicologiche.

A consegnare i prestiti d’onore Emilio Zanetti, presidente dell’associazione Pro Universitate Bergomensi, che ha voluto ricordare "con un pensiero commosso i giovani studenti caduti nei recenti attentati di Parigi. Penso in particolare a Valeria Solesin, la studentessa italiana uccisa nel teatro Bacalan, tutti noi siamo partecipi al dolore di questa famiglia. Di fronte a questi scempi non c’è risposta migliore che investire in cultura".

Il prestito d’onore è operativo quando uno studente di iscrive al corso di laura magistrale. Per accedere gli studenti devono avere una media dei voti superiore a 26/30. L’importo del prestito è stabilito in un minimo di 10mila euro erogabili in due annualità, elevabili sino ad un massimo di 15mila euro in caso di adeguata permanenza all’estero per documentato ciclo di studi collegato al percorso di laurea certificato dal docente responsabile. Il finanziamento dovrà essere rimborsato alla banca con un massimo di tre anni tramite rate periodiche con decorrenza 24 mesi dall’ultima erogazione. Il prestito viene concesso a tasso di interessi zero.

Il rettore dell’Università di Bergamo, Remo Morzenti Pellegrini, ha annunciato di aver scritto una lettera al rettore della Sorbone di Parigi per dimostrare la vicinanza dell’ateneo bergamasco all’università francese.

"Di fronte a tanta violenza l’augurio a voi studenti è di percorrere le strade della conoscenza, l’unica strada possibile per combattere quest’odio è la cultura e lo studio" ha concluso Morzenti Pellegrini.

GUARDA QUI LA GALLERY

"A nome di Confindustria esprimo le congratulazioni per i risultati che avete raggiunto nello studio – ha affermato Cristina Bombassei – Da questo punto di partenza, con il prestito d’onore, c’è l’augurio ad andare nel mondo per imparare, accrescere la vostra cultura e poi tornare affinché possiate riversare sul nostro Paese quanto avete appreso per renderlo migliore". Roberto Terranova, segretario dell’associazione Pro Universitate Bergomensi, ha voluto congratularsi con alcuni dei genitori presenti all’assegnazione dei prestiti d’onore: "perché la gioia di aver raggiunto questi risultati deve essere condivisa".

Presente alla cerimonia anche Osvaldo Ranica, direttore della Banca Popolare di Bergamo che ha augurato ai giovani studenti anche un possibile futuro nello storico istituto di credito di piazza Vittorio Veneto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.